Digita per cercare

Mondo

40enne eritreo litiga e spinge un bimbo sotto un treno davanti alla mamma

Condividi
sotto un treno

Tragedia nella stazione ferroviaria di Francoforte, in Germania: un uomo di origine africana avrebbe spinto un bambino di otto anni sotto un treno causandone l’inevitabile morte.

Il tragico omicidio sarebbe avvenuto lunedì mattina intorno alle 10 e sotto gli occhi della madre che al momento risulterebbe ancora in stato di shock.

Secondo quanto riportato dalle prime testimonianze l’uomo, quarant’anni di origine eritrea, avrebbe avuto un diverbio con il ragazzino catapultandolo con un calcio sui binari mentre sopraggiungeva il treno.

“Abbiamo fermato un uomo di circa 40 anni, ha tentato di buttare sotto al convoglio di passaggio sul binario 7 sia la madre che il figlio” avrebbero testimoniati i passanti secondo il sito fanpage.

Spinge bambino sotto un treno, prova anche con la madre

Il motivo del gesto non è ancora del tutto chiaro, sembrerebbe comunque che le persone coinvolte non si conoscessero.

L’intento dell’uomo era quello di far buttare sotto il treno sia il figlio che la madre ma quest’ultima è riuscita a non cadere. Secondo altre testimonianze sembrerebbe che abbia tentato di spingere anche altre persone.

A bloccare il quarantenne intento a scappare dopo il gesto, coloro che avevano assistito alla scena. Poi hanno chiamato la polizia che ha provveduto all’arresto.

Per molti testimoni è stato necessario anche l’intervento dei medici. Dopo aver visto quelle drammatiche scene, erano in evidente stato di shock. Secondo il sito hessenschau c’erano ben 16 ambulanze.

Lo stesso sito ricorda che solo pochi giorni fa, nella stazione ferroviaria di Voerde, Renania settentrionale-Vestfaliauna, una donna di 34 anni è stata uccisa con la stessa modalità: spinta sui binari prima dell’arrivo di un treno.

L’omicida era un ragazzo di appena 28 anni già noto alle autorità locali per atti di violenza, infrazioni stradali e guida in stato di ebrezza.

Due storie davvero raccapriccianti e che hanno inevitabilmente segnato la vita dei presenti e distrutto quella della povera madre.