Digita per cercare

Stranezze

Accerchiato da 20 persone mentre tenta di scaricare la poltrona – Video

Condividi
scarica la poltrona

Beccato mentre cerca di scaricare la poltrona. È successo in una zona di Roma, dove uno zozzone – così lo ha definito il sindaco della capitale – stava tentando di lasciare una vecchia poltrona vicino i cassonetti della spazzatura.

“Lei stava scaricando in maniera illegale” ha detto una ragazza che lo stava filmando. L’uomo ha cercato di tergiversare dicendo che non aveva scaricato nulla.

“Perché l’abbiamo fermata in venti persone – ha replicato la ragazza – altrimenti lei scaricava la poltrona”. Nel video si vede l’auto dell’uomo con il bagagliaio mezzo aperto e la poltrona pronta per essere scaricata.

Dalle immagini è chiaro che lo zozzone voleva effettivamente compiere un gesto di grande inciviltà.

Scarica la poltrona in strada, beccato e multato

Fortunatamente nessuno ha alzato le mani, lasciando che il confronto continuasse in maniera verbale. “Se non c’eravamo noi lo avresti scaricato – si sente dire da un signore – dici la verità, fai l’uomo”.

Il video termina con la ragazza che accusa il signore di non essere stato sincero nel dire che aveva chiamato l’AMA, l’azienda che si occupa della raccolta, del trattamento e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani della capitale.

La scena è stata commentata anche dal sindaco di Roma: “Guardate queste immagini: un “galantuomo”, durante l’ultima domenica della Fase 1, ha pensato bene di scaricare un’intera poltrona di casa nei cassonetti dedicati ai rifiuti domestici”.

Virginia Raggi fa notare che l’uomo “non l’ha fatto sotto casa sua, ovviamente, ma è andato in macchina in un’altra zona, sperando di farla franca. I cittadini del posto, però, l’hanno beccato e l’hanno caldamente invitato ad andar via per poi chiamare la Polizia Locale e denunciare i fatti”.

La faccenda sembrerebbe finire qui e invece, secondo quanto racconta il sindaco di Roma, dopo essersi allontanato da quella zona l’uomo ha scaricato la sua poltrona davanti ai cassonetti in un’altra strada.

“Tuttavia – conclude la Raggi – grazie all’associazione Retake, il Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia Locale è riuscito a recuperare sia la poltrona che lo zozzone, a cui hanno consegnato una multa da 600 euro. A questi cittadini va il mio sentito ringraziamento”. Foro: Facebook

Guardate queste immagini: un "galantuomo" voleva scaricare una poltrona nei cassonetti dedicati ai rifiuti domestici

Guardate queste immagini: un "galantuomo", durante l'ultima domenica della Fase 1, ha pensato bene di scaricare un'intera poltrona di casa nei cassonetti dedicati ai rifiuti domestici. Non l'ha fatto sotto casa sua, ovviamente, ma è andato in macchina in un'altra zona, sperando di farla franca. I cittadini del posto, però, l'hanno beccato e l'hanno caldamente invitato ad andar via per poi chiamare la Polizia Locale e denunciare i fatti. Un esempio di coscienza civica in cui, senza violenze di alcun tipo, chi ama il proprio quartiere e la propria città ha evitato l'ennesimo reato ambientale. L'uomo però, dopo essersi allontanato, ha scaricato la sua poltrona davanti ai cassonetti in un’altra strada, poco distante. Grazie all'associazione Retake, tuttavia, il Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia Locale è riuscito a recuperare sia la poltrona che lo zozzone, a cui hanno consegnato una multa da 600 euro. A questi cittadini va il mio sentito ringraziamento. Ricordo infine che il servizio di smaltimento dei rifiuti ingombranti, come poltrone, divani, frigoriferi, è effettuato a domicilio da Ama, in modo del tutto gratuito. Basta chiamare lo 060606 e prendere appuntamento. Siate furbi e non fate come il signore del video. Amate la vostra città.

Posted by Virginia Raggi on Wednesday, May 6, 2020