Digita per cercare

Italia

Aggiornamento del 10 marzo: finalmente un dato positivo sui contagi

Condividi
dato positivo sui contagi

La Protezione Civile ha aggiornato la mappa, i dati e i grafici che monitorano giornalmente la situazione: finalmente c’è un dato positivo sui contagi.

L’ultimo aggiornamento è di oggi alle ore 17:00. Il totale dei positivi in Italia è aumentato a 10.149. Di questi, 1.004 sono guariti, 8.514 sono ancora ammalati e 631 sono deceduti.

Sull’ultimo dato, però, il sito della Protezione Civile specifica: “in attesa di conferma ISS“. Quindi non è chiaro quanti dei 631 deceduti sarebbero morti a causa del coronavirus e quanti, invece, sarebbero morti per altre cause pur essendo positivi al tampone.

La regione Lombardia, con le province di Bergamo, Lodi, Cremona e Brescia, si confermano i luoghi con più contagiati. A seguire la regione Emilia Romagna che presenta il maggior numero di contagi nella provincia di Piacenza.

Il dato positivo sui contagi

Ogni giorno si scoprono nuove persone positive al tampone e quindi i contagiati aumentano sempre. Questo accade dal 24 febbraio, che è il giorno da cui sono disponibili i dati.

Ed era quasi una settimana che, ogni giorno, il numero dei positivi al virus era maggiore del giorno precedente. Infatti dal 3 al 9 marzo abbiamo avuto, rispettivamente: 428 casi, 443, 570, 640, 1.145, 1.326, 1.598.

Si tratta di un aumento quasi esponenziale. Ieri è stato il giorno peggiore, con più di 1.500 nuovi positivi. Se la tendenza non si fosse arrestata, oggi avremmo potuto sfiorare i 2.000 nuovi casi in un giorno.

Invece oggi ci sono stati 529 nuovi contagi, meno di un terzo rispetto ai 1.598 di ieri. Che le misure di contenimento abbiano già dato i primi frutti?

Sarebbe un po’ strano dato che sono entrate in vigore solo da ieri sera e i dati sono stati aggiornati alle 17:00 di oggi. In ogni caso, quale che sia la causa, questo dato positivo è una buona sorpresa.

Speriamo che adesso si affermi la tendenza opposta a quella della scorsa settimana e che anche domani i casi positivi siano un terzo dei 529 di oggi.