Digita per cercare

Scienza e Ambiente

Amuchina, occhio a ricetta fake: chimico spiega come farla nel modo giusto

Condividi
amuchina

Come succede sempre, non poteva mancare la speculazione sul panico generato dal coronavirus: Amuchina e gel disinfettanti con rincari da capogiro.

Trovare Amuchina o prodotti simili nei negozi è ormai impossibile e la ricerca si è spostata sul web. Qui gli acquirenti si sono trovati davanti a una pessima sorpresa.

La speculazione non si ferma neanche in un momento come questo. Molti privati che vendono Amuchina o gel disinfettanti online hanno rincarato i loro prodotti anche del mille per cento.

Ma la rete ha risorse infinite e se non si trova l’Amuchina ecco che arrivano le ricette per farla in casa. Ma sono sicure e funzionali?

Ricette fai da te per Amuchina: fate attenzione

Sui social e su Whatsapp girano ricette fai da te per il famoso gel disinfettante. Una di queste prevede l’utilizzo di candeggina, acqua e sale.

A mettere in guardia su questo prodotto home made è Fabrizio Zago, chimico industriale famoso per la sua passione in cosmetici e detersivi naturali.

«C’è una ricetta che sta circolando nel web, per farsi da soli l’Amuchina. Siccome le informazioni sono errate, vi do la mia lettura della questione: di Amuchina ce ne sono diversi tipi con formule completamente diverse. La più famosa e diffusa è un Presidio Medico Chirurgico basato sulla presenza di ipoclorito di sodio esattamente all’1,15%», scrive Zago nel suo post.

Continua: «La ricetta proposta indica in 50 grammi di candeggina commerciale, in 5 litri d’acqua, la quantità necessaria. Siccome la candeggina commerciale contiene mediamente il 3% di ipoclorito il preparato finale conterrà solo lo 0,3% di ipoclorito di sodio. Un quarto rispetto ad Amuchina».

Inoltre specifica: «L’aggiunta di sale può veicolare dei metalli in grado di inattivate velocemente l’ipoclorito di sodio. Infine questo prodotto è indicato per le superfici dure non per disinfettare le mani essendo a pH fortemente alcalino e quindi deleterio per la cute. Per tutti questi motivi evitate di prendere in considerazione questa ricetta errata e fuorviante».

Zago dal suo profilo Facebook, consiglia una ricetta per un disinfettante mani: «Alcol buongusto (lo trovate in qualsiasi supermercato) 600 grammi, acqua bollita 390 grammi e infine un addensante come la carragenina oppure, in mancanza d’altro usate della farina bianca 00. Non sarà un bellissimo gel ma certamente la sua funzione la fa!»

Le raccomandazioni del Ministero della Salute: disinfettare spesso le mani con acqua e sapone per almeno 60 secondi o in alternativa con disinfettante per mani a base di alcol (con concentrazione di alcol almeno del 60%).