Digita per cercare

Tecnologie

Arriva il pannolino intelligente per i genitori millennials: ecco come funziona

Condividi
pannolino intelligente

Arriva il pannolino intelligente che promette di aiutare i genitori millennials a capire quando è necessario procedere con il cambio del proprio bebé.

A nessuno piace avere a che fare con un pannolino sporco, anche se è una realtà che i genitori devono affrontare ogni giorno.

Così la società sudcoreana Monit ha deciso di rendere l’esperienza più sopportabile. Al CES, Monit lancia quella che potrebbe essere l’innovazione nell’abbigliamento connesso: un pannolino intelligente.

Il monitor per pannolini è partito in Corea e Giappone alla fine del 2018: l’azienda sta collaborando con Kimberly Clark per immettersi nel mercato.

L’idea del pannolino “smart” è stata progettata da Tony Parks: sua figlia soffriva di un serio problema di dermatite ed era necessario che fosse sempre asciutta.

L’azienda Monit ha in seguito deciso di sviluppare e concretizzare l’intuizione di Parks: ad aprile 2020 Huggies dovrebbe iniziare la commercializzazione.

Come funziona? Basta applicare il sensore, un disco arancione, all’esterno del pannolino e attendere che segnali quando è ora di cambiarlo mediante una app.

Il sensore analizza umidità, temperatura e percentuale di gas per controllare il pannolino: quando il bambino si bagna o si sporca parte la segnalazione.

I genitori quindi possono evitare di preoccuparsi troppo, quando è ora di cambiare i piccoli arriva la segnalazione sul proprio smartphone.

Inoltre la app permette a un massimo di cinque persone di iscriversi come “sorveglianti”, quindi anche nonni e tate potranno usufruire del servizio.

Monit prevede inoltre di trasformare il suo modello di business dalla vendita del sensore intelligente per pannolini a un servizio in abbonamento per fornire un numero illimitato di pannolini.

In più l’azienda sta studiando un servizio di attenzione personalizzata per il bambino. Il prezzo ad oggi non è stato ancora annunciato.

Pannolino intelligente: è sicuro per la salute?

Di certo i genitori super tecnologici adoreranno questa innovazione, che permetterà loro di non dover continuamente controllare i pannolini.

Il sensore però usa la tecnologia Bluetooth, che suscita da anni un dibattito molto controverso riguardo alla sua nocività per la salute, soprattuto dei più piccoli.

Infatti dai dispositivi Bluetooth vengono emesse radiazioni wireless ritenute dannose: una petizione supportata dall’OMS ha lanciato l’allarme lo scorso marzo.

Circa 250 scienziati e ricercatori l’hanno già firmata, mettendo in guardia contro numerosi dispositivi che emettono radiazioni in radiofrequenza, in particolare le cuffie AirPods.