Digita per cercare

Mondo

Attaccata da 3 squali a pochi metri dai genitori che urlavano per avvertirla

Condividi
bahamas

Alle Bahamas per qualche giorno di vacanza, poi la tragedia: Jordan Lidsey, una ragazza di 21 anni, è stata attaccata e uccisa da 3 squali davanti agli occhi dei genitori.

Dev’essere stata una scena raccapricciante quella a cui hanno dovuto assistere i genitori di una ragazza di appena 21 anni.

La disgrazia è avvenuta alle Bahamas il 26 giungo scorso. Jordan Lidsey, questo il nome della figlia, è stata raggiunta e uccisa da tre squali mentre stava facendo snorkeling.

I genitori avevano più volte provato a chiamarla nel disperato tentativo di attirare le sua attenzione ma non c’è stato niente da fare: il gruppo di squali ha raggiunto la figlia e ha iniziato a strapparle la carne.

Secondo quanto riportato da Il Messaggero “il braccio destro è stato strappato e il sinistro morso. La ragazza aveva ferite anche sulle gambe e i glutei”.

Vedere la propria figlia morire senza poter fare nulla… una scena terribile! Anche solo pensare a immagini peggiori di questa è davvero impresa ardua. La 21enne è stata dichiarata morta al Doctor’s Hospital di Nassau.

“Era così premurosa, amava tutti gli animali ed è ironico che sia morta proprio a causa di uno squalo. Ci manca già tanto”. Queste le dichiarazioni del padre riportate dal sito Mirror.

La famiglia viveva a Torrance, in California ed erano alle Bahamas per qualche giorno di vacanza, poi la tragedia.