Digita per cercare

Italia

Bari, donna muore dopo intervento di bendaggio gastrico: voleva dimagrire

Condividi
donna

Una giovane donna, sposata e mamma di un bambino di sei anni, è morta ieri nella sala operatoria della clinica Mater Dei di Bari.

Secondo quanto riferito dal Quotidiano di Puglia, che ha dato notizia della tragedia, Annalisa Zizza – questo il nome della donna – aveva appena 35 anni ed era originaria di Ostuni, nel brindisino.

Si era fatta ricoverare alla Mater Dei giovedì scorso per effettuare un bendaggio gastrico che è  l’intervento chirurgico finalizzato alla riduzione delle dimensioni dello stomaco. Voleva dunque dimagrire.

Ieri mattina (venerdì 19 luglio) alle 9 era entrata in sala operatoria. E purtroppo non ne è uscita viva.

La denuncia dei familiari della donna

Stando a quanto si è appreso, alle 19 il marito di Annalisa – che aspettava in sala d’attesa di conoscere gli esiti dell’intervento – è stato informato dall’equipe sanitaria del decesso, che sarebbe avvenuto intorno alle 18.30.

“Tra lo sconforto e la rabbia – si legge su Il Quotidiano di Puglia – la famiglia ha immediatamente sporto denuncia all’Arma dei Carabinieri di Bari”, con l’assistenza dell’avvocato Fabio Cervellara. Gli inquirenti dovranno ora indagare sulle cause, al momento ignote, del decesso di Annalisa Zizza.

La tragedia di Annalisa Zizza non è l’unica consumatasi in seguito a interventi di bendaggio gastrico. Come ricorda il Messaggero, infatti, in passato si sono già verificati casi simili. Tra essi quello del ventinovenne Raffaele Arcella, deceduto a Napoli lo scorso aprile per complicazioni legate all’operazione.

Drammi analoghi, tra l’altro, sono avvenuti non solo in Italia. Vale, a titolo di esempio, la terribile vicenda della donna inglese Joanne Marchant, morta nel 2014. Joanne si era operata nel 2008. E aveva perso 170 chili. Poi, ben sedici anni dopo, il decesso. Legato, a quanto si è appurato, al bendaggio gastrico di tanto tempo prima.