Digita per cercare

Italia

Becchino canta con la bara: “Chiedo scusa a tutte le pompe funebri d’Italia”

Condividi
becchino

Si chiama Salvatore Palumbo il becchino campano che nelle ultime ore sta ricevendo minacce di morte e offese sul web. Il motivo è un video che lo ritrae intento a cantare mentre guida un carro funebre.

Un gesto che ha suscitato molte polemiche. Il video apparso sui social è diventato subito virale e mentre alcuni lo hanno condiviso per divertirsi, in tantissimi hanno condannato il gesto di Palumbo.

Alcuni per una questione di rispetto, qualora vi fosse un morto, altri per la sicurezza stradale. Il becchino, dopo poche ore della pubblicazione del video, è stato raggiunto da una valanga di insulti nella sua pagina Facebook.

Talmente tanti da costringerlo a chiudere la pagina e pubblicare un video di scuse. “Chiedo scusa al web e a tutte le pompe funebri d’Italia: era uno scherzo tra colleghi”.

Il video di scuse del becchino Salvatore Palumbo

Inizia così il video di Salvatore Palumbo che poi tiene a precisare: “Il morto nella bara non c’era, non mi sarei mai permesso di girare un video se ci fosse stato. Stavo andando a lavoro e prima di arrivare sul posto io e i miei colleghi ci siamo messi a giocare”.

È visibilmente turbato Salvatore che aggiunge: “Sono una persona molto seria. Il lavoro che faccio è molto triste, soprattutto per le famiglie che perdono un loro caro. Vi chiedo scusa”.

Poi tira in ballo qualche collega: “Qualcuno ha voluto pubblicare questo video per buttarmi benzina addosso, per infamarmi e farmi brutta pubblicità”.

Conclude chiedendo ancora scusa e parlando del suo lavoro: “Le persone mi vogliono bene perché sanno che svolgo il mio lavoro con il cuore. Vi chiedo ancora scusa”.

Sulla bara ribadisce: “I fiori che si vedono dietro, insieme alla bara, c’erano perché stavamo andando a prendere la salma: il video è stato fatto prima di arrivare”.