Digita per cercare

Le opinioni di Oltre Tv

Bellanova, dalla CGIL al governo: difensori dei lavoratori e carriera col Pd

Condividi
teresa bellanova

Teresa Bellanova, dal 5 Settembre 2019, è il nuovo Ministro per le politiche agricole, alimentari e commerciali, eletta nelle file del Partito Democratico.

Già sottosegretario al lavoro durante il governo Renzi, Bellanova è stata successivamente promossa all’incarico di viceministro dello sviluppo economico.

È al centro di molte discussioni per il titolo di studio, la licenza media, e per il suo passato: Teresa Bellanova è un’ex sindacalista della CGIL.

Nonostante per statuto il sindacato si professi libero dalle ideologie politiche, è evidente che tutti gli ex sindacalisti inizino la carriera politica a sinistra.

Molti di loro hanno scelto proprio il Partito Democratico, un partito che nel corso degli anni ha varato le peggiori leggi nei confronti dei lavoratori.

Tra le leggi del PD che hanno colpito i lavoratori possiamo ricordare la legge Fornero, l’abolizione dell’articolo 18 e il Jobs Act.

L’ultima grande manifestazione in difesa dell’articolo 18 ci fu quando governava Berlusconi, dopo quella il silenzio è diventato quasi assordante.

Durante i governi targati o appoggiati dal PD, l’attività sindacale si è ridotta all’accettazione delle leggi che hanno sgretolato i diritti dei lavoratori.

Teresa Bellanova e gli altri sindacalisti al governo

Prima di Teresa Bellanova è stato il turno di Valeria Fedeli: eletta nel Partito Democratico, è diventata ministro dell’Istruzione dell’ultimo Governo Gentiloni.

Anche la Fedeli era una sindacalista della CGIL e rimase al centro di molte discussioni per aver falsificato il suo titolo di studio.

Uno dei più famosi sindacalisti poi diventato politico nella storia recente del parlamento italiano è sicuramente Fausto Bertinotti. E la lista è lunga.

Anche Bertinotti era un sindacalista della CGIL poi diventato segretario di Rifondazione Comunista e presidente della Camera dei deputati dal 2006 al 2008.

Sergio Cofferati, segretario generale della CGIL, sindaco di Bologna con i Democratici di sinistra passato poi al PD fino al 2015, oggi parlamentare europeo per Sinistra italiana.

Ottaviano Del Turco ultimo segretario nazionale del Partito Socialista Italiano e dirigente prima della FIOM e poi della CGIL.

Sergio Chiamparino sindaco di Torino per 10 anni dal 2001 al 2011, presidente della regione Piemonte dal 2014 al 2019 e segretario della CGIL regionale dal 1989 al 1991.

Guglielmo Epifani anche lui segretario generale della CGIL diventato addirittura segretario del Partito Democratico per qualche mese nel 2013.

Oltre ai colleghi della CGIL di Teresa Bellanova abbiamo anche ex sindacalisti diventati politici anche tra i dirigenti della CISL.

Sergio D’Antoni, Savino Pezzotta, Pier Paolo Beretta sono tre ex leader della CISL eletti poi in parlamento sia con il Partito Democratico sia con l’UDC.

Teresa Bellanova dunque non è la prima sindacalista con una florida carriera politica e probabilmente non sarà nemmeno l’ultima.

A rimetterci in tutti questi anni sono stati solamente i lavoratori che dovrebbero esser tutelati dai sindacati e dal governo invece si vedono sempre più precari e poveri.

Ministra Bellanova

Seguici su Parlamentono (y)

Posted by Parlamentono on Friday, September 6, 2019