banner
HomeItaliaBelpietro, italiani presi in giro: «Ciò che ci hanno raccontato è falso»...

Belpietro, italiani presi in giro: «Ciò che ci hanno raccontato è falso» Video

Maurizio Belpietro si scaglia contro le previsioni degli “esperti”: «Ci è stato raccontato che i vaccini ci coprivano in un certo modo, in realtà non è così».

Durissime le parole di Maurizio Belpietro durante l’ultima puntata di Controcorrente: “Si è fatto credere agli italiani che il Green Pass fosse uno strumento sanitario, che con il Green Pass si potesse tornare alla normalità e che consentisse la libertà… non è così”.

Secondo il direttore de La Verità il Green Pass non attesterebbe nulla se non il fatto di essersi sottoposti al vaccino o al tampone nelle ultime 48h.

“Non attesta nulla – ha detto – non attesta di non essere contagiosi”. Rivolgendosi al collega Sansonetti ha detto che parla di cose che evidentemente non ha studiato.

Belpietro: “Nel mondo sta succedendo un fenomeno preoccupante”

Verso la conclusione del suo intervento ha spiegato che che nel mondo sta succedendo un fenomeno ancora più preoccupante, ovvero che i vaccini non hanno fermato il contagio.

Questo accadrebbe “anche dove si è arrivati non al 90 ma al 99,7% di vaccinazione”, dove si è verificata una crescita dei contagi.

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

“Vuol dire che quello che ci è stato raccontato finora, che i vaccini ci coprivano in un certo modo, in realtà non è così”.

Lo stesso Maurizio Belpietro, ospite la settimana scorsa a Diritto e Rovescio, aveva smentito la fake news della senatrice Ronzulli che si augurava di raggiungere l’immunità di gregge entro dicembre.

“Gli auguri facciamoli a Natale – aveva commentato il direttore – Qualsiasi statistica dimostra che non è possibile raggiungere l’immunità di gregge ma non solo. Pochi giorni fa Silvio Brusaferro, il portavoce del CTS dell’ISS, ha detto che l’immunità di gregge non si raggiunge”.

Il direttore aveva sottolineato che era stato lo stesso Brusaferro a spiegare il perché non fosse raggiungibile: “Non per colpa dei non vaccinati ma perché non è credibile”. Foto: Facebook