Digita per cercare

Sport e Giochi

Bernio Verhagen, il 25enne (scarso) diventato calciatore per questo video

Condividi
Bernio verhagen truffa

È stato scoperto e arrestato Bernio Verhagen, 25enne “calciatore” olandese, professionista della truffa.

Una volta per arrivare anche solo a fare un provino bisognava dimostrare agli osservatori nascosti nel pubblico di avere delle doti. Ma nel mondo moderno basta un video ben fatto caricato su YouTube. Qualche buona giocata, un gol spettacolare e magari ti ritrovi sotto contratto.

È questo il caso di Bernio Verhagen, 25enne di nazionalità olandese. Aspirante calciatore professionista, aveva avuto un passato nelle giovanili del Willem II, squadra abbastanza rinomata in patria.

Purtroppo, a parte qualche apparizione nei campionati dilettantistici, per lui non erano mai arrivate chiamate da squadre di alto livello.

Ma grazie a un video in cui segna uno spettacolare goal al volo, a luglio 2019 i dirigenti della Dinamo-Auto FC, squadra del campionato moldavo, contattano Bernio perché rimasti impressionati dal filmato.

Erano bastati pochi allenamenti però per capire che il giovane aveva difficoltà anche a passare la palla a più di 3 metri. I minuti in campo non erano quindi arrivati, e nel frattempo Verhagen era rimasto invischiato in una truffa con carte di credito.

Ecco allora il passaggio, dopo solo un mese, all’Ajax Cape Town, Sud Africa. Forse il nome gli ricordava casa, ma dopo 26 giorni l’esperienza poteva considerarsi conclusa. Probabilmente il suo livello era troppo basso persino per il non troppo impegnativo campionato sudafricano.

Nonostante la carriera stentasse a decollare, Bernio continuava a sperare ancora in una chiamata dall’Europa. Era finito però in Cile, dove l’avventura, durata ben 2 mesi, si era conclusa a ottobre, con accuse di razzismo a staff e compagni, e la società cilena costretta a difendersi con un comunicato.

Quattro squadre in tre mesi per Bernio Verhagen

La situazione sarebbe già stata paradossale così, ma Bernio, almeno fuori dal campo, è genio e sregolatezza. Non contento dei fallimenti collezionati in breve tempo, a fine ottobre aveva deciso di contattare il Viborg, club danese.

E qui è arrivato il vero colpo di genio: fingersi addirittura agente dello Stellar Group, agenzia che rappresenta tra gli altri Gareth Bale, attaccante del Real Madrid. Ma allo staff era bastato osservare i suoi allenamenti per capire che qualcosa non andava. Risultato? Il professionista della truffa è stato denunciato dal club.

Infine Bernio è finito in prigione. Non per la truffa ai danni del club, ma per evasione dagli arresti domiciliari. Questi a loro volta gli erano stati comminati per un’accusa di minacce, percosse e rapina nei confronti dell’ex fidanzata.

L’ultimo dribbling l’aveva provato cercando la fuga in Svezia, ma era stato bloccato dai rocciosi difensori della legge danese. Fine dell’avventura dell’attaccante che grazie a un video era quasi diventato calciatore. – Foto da Twitter