Digita per cercare

Italia

Buttafuoco: «Col bollettino degli infarti, tutti in giro col defibrillatore» – Video

Condividi
buttafuoco pietrangelo mascherina defibrillatore

Il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco, ospite in una trasmissione di Rete 4, ha rimproverato il governo. 

La scorsa settimana il giornalista è stato ospite nella trasmissione Stasera Italia News in onda su Rete 4.

La conduttrice Veronica Gentili ha dato la parola a Buttafuoco subito dopo il commento di Giampiero Mughini al video di apertura.

Come prima cosa ha parlato della proposta del consulente del ministro della Sanità di non fare le elezioni. Il giornalista ha specificato che non dovrebbe essere competenza di un consulente una simile decisione.

Per Buttafuoco la decisione dovrebbe essere politica. Ha però riconosciuto in questa tecnica di mandare avanti il consulente a testare le reazioni un meccanismo tipicamente italiano, stile “vai avanti tu che a me viene da ridere”.

«Grazie a Dio non abbiamo gli ospedali al collasso, le unità di crisi nelle varie strutture ospedaliere sono in una situazione di normalità», ha continuato il giornalista.

Secondo Buttafuoco tutto questo allarmismo sarebbe utile al Governo per sentirsi maggiormente sicuro nel consenso.

Quindi si è sbilanciato con un consiglio: «Dovrebbero continuare a fare molti più tamponi. Ne troveranno di positivi a iosa. Ne troveranno sempre di più e quindi potranno costruire proprio sulla paura un consenso che diventerà letale e pericoloso per l’economia italiana».

Buttafuoco alza il tiro della provocazione

Con un po’ di ironia sui continui bollettini che ogni giorno sono aggiornati dalla Protezione Civile, il giornalista ha lanciato una provocazione.

«Immaginiamo un bollettino quotidiano dei morti per infarto. Ne verrebbe fuori un’immagine spettrale di tutti noi con un defibrillatore sotto il braccio».

E ha aggiunto, per chi non avesse capito il riferimento: «Così come la mascherina, che è diventata l’emblema di una situazione ormai insopportabile».

Pietrangelo Buttafuoco ha concluso il suo intervento: «Fino a quando non ci sarà la crisi ospedaliera non possiamo parlare di emergenza. Bisogna dare voce alla politica affinché l’Italia torni finalmente a respirare». Foto: Mediaset Play (modificata)