Digita per cercare

Mondo

Cane abbandonato in chiesa ma il padrone commuove il Regno Unito

Condividi
cane abbandonato

Un padrone ha abbandonato il suo amato cane in una chiesa, lasciando un biglietto straziante che ha commosso tutti.

La mattina del 18 dicembre scorso, nella chiesa del Sacro Cuore di Blackpool, nel Regno Unito, i fedeli e il personale hanno trovato un cane legato.

Accanto al povero animale c’era il biglietto straziante del suo ex proprietario. Le parole scritte su quel pezzo di carta hanno portato alla luce quanto sia stato difficile compiere quel gesto.

«Per favore, credetemi quando dico che non è stato facile. Il mio cane significa tutto per me ma non so cos’altro fare». Inizia così il messaggio del padrone.

Il commovente addio al cane abbandonato

«Non ho una casa o soldi per lui. La vita ha preso una brutta piega per me e non potevo immaginare il mio cane fuori al freddo e affamato», continua.

«È un cane placido, amichevole e amorevole. Il 22 marzo 2020 compirà sette anni», prosegue raccomandandosi di controllare un problema alle zampe anteriori che sono doloranti.

Conclude: «Ho il cuore spezzato e mi mancherà molto più di quanto le parole possano dire. Spero che possa trovare una nuova casa. Ti amo e mi dispiace così tanto».

I fedeli hanno contattato l’ente benefico Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animal (RSPCA) che ha inviato l’ispettore Will Lamping a prendere il cane abbandonato.

Per prima cosa l’animale è stato curato in una clinica veterinaria e poi è stato trasportato in un canile privato. Qui gli hanno dato il soprannome Cracker.

Landing ha dichiarato: «È così triste leggere il messaggio del precedente proprietario di Cracker. Si capisce quanto lo amava».

Ha poi lanciato un messaggio al proprietario rassicurandolo sulla salute del cane abbandonato e affermando che sta attualmente ricevendo amorevoli cure.

«Se nessuno si fa avanti per reclamarlo, andrà in uno dei nostri centri di rehoming e troveremo una nuova meravigliosa casa per lui», afferma l’ispettore RSPCA.

Inoltre ha lanciato un appello al vecchio proprietario offrendo aiuto per cercare di risolvere i suoi problemi e permettergli così di riunirsi al suo amato cane. – Fonte foto (il cane della foto non è Cracker)