Digita per cercare

Italia

Cane nel tombino: ecco cosa succede prima delle vacanze a Napoli. Video

Condividi
cane nel tombino

Gruppo di volontari napoletani trovano un cane nel tombino e riescono a portarlo in salvo: “Aveva uno sguardo pieno di paura ma adesso sta bene”.

In rete, si sa, gira un pò di tutto: video divertenti, seri e spesso raccapriccianti. Ieri mi è capitato di guardare il salvataggio di un cane che si trovava in un tombino.

Risalendo alla pubblicazione del post ho contattato e conosciuto uno dei ragazzi che lo ha tratto in salvo: si chiama Giovanni.

Incredulo nel vedere quella situazione ho fatto alcune domande al soccorritore per capire come fossero andate le cose.

Cane nel tombino, l’intervista al soccorritore

Allora Giovanni, che ci faceva quel cane nel tombino? “Non sappiamo come ci sia finito, il sospetto è che non abbia fatto da solo: penso sia opera di qualche deficiente”.

Quindi presumi che non ci sia finito per caso? “Non posso esserne certo ma poco distante dal tombino in cui era intrappolato ce n’era un altro con una porticina che un cane non può aprire”.

Da quanto tempo era lì sotto? “Penso da diverse ore. Abbiamo anche chiamato i pompieri ma non rispondevano e così ho provato con altri amici a liberarlo e… ci siamo riusciti”.

Dalla tua pagina Facebook mi sembra di capire che non è il tuo primo salvataggio, sbaglio? “Non sbagli, ne faccio tanti: sono un volontario”.

Quanti casi del genere ti sono capitati? “Quello del tombino è il primo in assoluto ma qui, dove vivo, tra Napoli e provincia, gli abbandoni sono all’ordine del giorno”:

Poi Giovanni racconta di quello che purtroppo capita di vedere spesso, soprattutto in questo periodo pre-vacanze: “situazioni di ogni tipo, maltrattamenti, abbandoni, cani legati ai cancelli, nei sacchi, nelle gabbie”.

Ma come fai a gestire tutte queste spiacevoli situazioni? “Nel mio piccolo e grazie anche all’aiuto di altre persone cerco di metterli in stallo a pagamento. Quando non riesco nell’immediato, allora li porto a casa”.

Avevo intuito che tu fossi un volontario. Certo non dev’essere facile aiutare tutti questi animali. Trovi risposta nel cuore delle persone?

“Bene o male sì, c’è sempre qualcuno pronto ad aiutarmi. Considera che ogni stallo costa 100 euro al mese e al momento ne abbiamo 3/4. Alcuni versano un contributo di 10 euro al mese e noi riusciamo a mantenerli”.

Gli adottanti

“La vera forza sono loro: i miei adottanti. Persone che a distanza mi aiutano con le spese per il cibo, gli antiparassitari, le visite veterinarie e molto altro”.

Fai tutto da solo? “Sono affiancato da ottimi volontari, alcuni sono davvero speciali come l’amica Gianna Senatore del canile di Nocera Inferiore, oltre alle tantissime altre associazioni”.

Tanto lavoro ma fortunatamente anche tante persone che aiutano. Nel nostro piccolo proviamo a darti una mano, come possono contattarti le persone che vorrebbero dare un contributo?

“Possono intervenire via iban o postepay con un contributo per le crocchette, gli antiparassitari, cure mediche o venire direttamente sul posto. Il mio numero è: 3392831422. Poi ovviamente c’è la mia pagina Facebook. Grazie”.

🆘🆘🆘😭😭HELP ME😭😭🆘🆘🆘NON SE ME PUÒ PIÙ E MEZZANOTTE CI SEGNALANO QUESTO CUCCIOLO IN QUESTO TOMBINO SIAMO IO E Peppe Accardo SUL POSTO CERCHIAMO DI RECUPERARLO… PERÒ VI PREGO UNO STALLO USCIRÀ

Posted by Giovanni Borriello on Monday, July 8, 2019

AGGIORNAMENTO DELLE 00:25 RAGAZZI L'HO PRESOOO UNO STALLO URGENTE OER PIACERE VE LO CHIEDO IN GINOCCHIO 🙏🙏🙏😭😭😭🆘🆘🆘😭😭HELP ME😭😭🆘🆘🆘NON SE ME PUÒ PIÙ E MEZZANOTTE CI SEGNALANO QUESTO CUCCIOLO IN QUESTO TOMBINO SIAMO IO E Peppe Accardo SUL POSTO CERCHIAMO DI RECUPERARLO… PERÒ VI PREGO UNO STALLO USCIRÀPS: SI ACCETTANO DONAZIONI 😔🙏🐾

Posted by Giovanni Borriello on Monday, July 8, 2019