Digita per cercare

Salute

Cibi simili agli organi a cui fanno bene: eccoli tutti e nove

Condividi
cibi simili agli organi

Sin dai tempi antichi le somiglianze simboliche sono state molto importanti per alcuni percorsi curativi. Questo vale anche per i cibi: ecco quelli simili agli organi a cui fanno bene.

Vi è mai capitato di osservare una noce e pensare quanto sia simile nella forma a un cervello? Ebbene questa somiglianza sembra non essere casuale. Sono molti i cibi simili agli organi a cui apportano benefici.

Questo rapporto tra elementi naturali e organi era applicato nella Dottrina delle segnatureusata in tempi antichi in funzione terapeutica.

Anche in oriente si avvalevano di concetti simili nel processo curativo, come nella medicina tradizionale cinese e nella medicina indiana ayurvedica.

Adesso abbiamo più conoscenze sulle proprietà dei diversi cibi che hanno confermato gli effetti benefici sugli organi a cui sono simili.

Già Ippocrate dava una grande rilevanza all’alimentazione: «Fa che il cibo sia la tua medicina e la tua medicina sia il tuo cibo».

L’attenzione all’alimentazione nei nostri giorni è sempre più alta, anche se purtroppo non sempre è facile seguire diete equilibrate che possano aiutare il nostro organismo a restare in forma.

Però potremmo provare a introdurre questi cibi simili agli organi nella nostra dieta per trarne tutti i benefici che offrono.

9 cibi simili agli organi e i benefici

Noci – Cervello. Le noci sono una fonte di omega 3, vitamina E e altri antiossidanti che aiutano a preservare l’invecchiamento cellulare.

Pomodoro- Cuore. L’interno di questo frutto ricorda atri e ventricoli del cuore. Gli effetti benefici sono dovuti al licopene, un carotenoide responsabile della colorazione rossa e potente antiossidante che aiuta a prevenire problemi cardiaci e circolatori.

Carote – Occhi. Tra i cibi simili agli organi troviamo le carote che, se tagliate a fettine, sono molto somiglianti agli occhi. I benefici sono dovuti al betacarotene, precursore della vitamina A, che riduce il rischio di cataratta e di degenerazione maculare.

Sedano – Ossa. La ricchezza di sali minerali contenuti in questo ortaggio contribuisce alla salute delle ossa.

Pompelmo – Seno. I pompelmi, come gli altri agrumi, sono ricchi di limonoidi nei semi e nella buccia. Queste sostanze sono in gradi di inibire la diffusione di cellule cancerogene al seno

Uva – Polmoni. Anche l’uva fa parte dei cibi che sono simili agli organi a cui fanno bene. Pensate al grappolo: ha una struttura come quella dei polmoni e dei loro alveoli. La sostanza che viene in aiuto di asma e altri problemi respiratori è il resveratrolo, un antiossidante contenuto nella buccia degli acini.

Avocado – Utero. È un’ottima fonte di acido folico (vitamina B9) che previene la formazione di tumori sulla cervice uterina. Inoltre, se assunto in gravidanza, riduce del 70% lo sviluppo di malformazioni congenite nel feto.

Zenzero- Stomaco.  La fama di questa radice è ormai nota, come tutti i suoi benefici. La sua forma ricorda lo stomaco e infatti interviene positivamente in fase digestiva e aiuta a placare la nausea.

Fagioli – Reni. Tra i cibi simili agli organi non possiamo tralasciare i fagioli azuki che apportano molti benefici ai reni grazie alle loro proprietà depurative.