Digita per cercare

Mondo

Cina: cremazioni sospette per nascondere decessi da coronavirus

Condividi
cina

Sui media internazionali hanno lanciato un’accusa alla Cina. A quanto pare il bilancio dei decessi da coronavirus sarebbe stato falsificato.

Aveva già avanzato l’ipotesi The Guardian dieci giorni fa, dopo aver raccolto le testimonianze di alcuni parenti di probabili decessi da coronavirus.

I medici gli avevano consigliato di cremare il defunto perché sospettavano il contagio da parte del temuto virus ma senza effettuare test o accennare la cosa nella documentazione clinica.

A confermare questa ipotesi è stato Initium, un media che fornisce notizie e contenuti in lingua cinese in tutto il mondo.

Alcuni addetti ai forni crematori di Wuhan avrebbero confermato che dei corpi venivano trasportati dall’ospedale per la cremazione, senza adeguata documentazione.

William Yang, corrispondente dall’Asia orientale per il sito di notizie tedesco Deutsche Welle, ha dichiarato al The Sun: «Ci sono ragioni per rimanere scettici su ciò che la Cina ha condiviso con il mondo».

«Sebbene siano stati più trasparenti sulle informazioni relative al virus, continuano ad essere imprecisi e inaffidabili sotto altri aspetti», continua Yang.

Riguardo ai sospetti decessi da coronavirus cremati senza adeguata documentazione, ha suggerito: «Significa che ci sono pazienti che sono morti a causa del virus ma non sono stati aggiunti alla documentazione ufficiale».

Cina: contagi e decessi da coronavirus in crescita

I numeri ufficiali non sono rassicuranti. Da inizio gennaio a oggi si parla di circa 10000 contagiati e 213 decessi da coronavirus. Altre centomila persone sono sotto osservazione perché ne presentano i sintomi.

L’epidemia è partita dalla città di Wuhan che conta circa cinquanta milioni di abitanti e ora si trova in quarantena. Migliaia di stranieri sono rimasti intrappolati e molti Paesi stanno lavorando per farli tornare a casa.

Purtroppo, nonostante le misure di sicurezza adottate, i contagi e le morti continuano a salire e, secondo le previsioni, l’andamento non migliorerà.

Resta da capire se realmente la Cina abbia omesso di registrare molti decessi da coronovirus facendo cremare i corpi con documentazione non adeguata.

Per questa grave crisi mondiale l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ricevuto molte critiche in quanto avrebbe sottovalutato il problema.

Dopo il congresso di Ginevra, l’Oms ha dichiarato l’emergenza sanitaria globale e Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato: «La nostra più grande preoccupazione è il potenziale di diffusione del virus nei paesi con sistemi sanitari più deboli». – Foto: YouTube