Digita per cercare

Italia

Conte chiama Putin: la Russia invia medici specializzati

Condividi
russia invia medici

Conte chiama Putin e la Russia invia medici specializzati e attrezzature per la diagnosi e lo svolgimento di operazioni di sanificazione.

Secondo quanto riportato dal sito Adnkronos, l’agenzia stampa russa, Itar Tass, ha scritto di una telefonata avvenuta ieri tra il leader del Cremlino e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per discutere degli aiuti.

Un primo contatto, avvenuto il 21 Marzo, era già stato preso tra il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, e quello italiano, Lorenzo Guerini.

La Russia di Vladimir Putin è pronta a intervenire direttamente sull’emergenza da Coronavirus in Italia. In una nota del ministero della Difesa russa, riportata anche dal sito rainews.it, si parla di circa 100 persone pronte a partire.

La Russia manda medici specializzati e attrezzature.

“Il gruppo – si legge nel comunicato – è composto dai principali esperti del ministero della Difesa russo nel campo della virologia e dell’epidemiologia e che hanno una significativa esperienza internazionale nella lotta alle epidemie”.

Oltre ai medici militari, saranno inviate anche “moderne attrezzature per la diagnosi e lo svolgimento di operazioni di santificazione”. Un aiuto necessario e che dimostra quanto sia importante mantenere e consolidare i rapporti con la Russia.

Ad aiutare l’Italia, con il supporto di medici e attrezzature c’è anche la Cina, che ha inviato nove medici specializzati in Covid-19 e 31 tonnellate di forniture sanitarie.

Una mobilitazione mondiale che oggi vedrà anche una delegazione composta da 37 medici e 15 infermieri cubani che lavorerà presso l’ospedale da campo approntato dall’Esercito italiano a Crema.

Ma la solidarietà per l’emergenza è soprattutto e giustamente Made in Italy. Tante le persone comuni che hanno voluto dare un contributo importante alla Nazione.

Dai medici in pensioni, tornati a lavoro per salvare vite, ai tantissimi personaggi più o meno famosi del mondo dello spettacolo, della politica, dello sport e dell’industria che hanno donato ingenti somme di denaro per ampliare i reparti di terapia intensiva.

Anche la Formula Uno si è messa a disposizione dell’emergenza. La Ferrari, insieme alla Siare Engineering International di Bologna, leader nel settore dei ventilatori e respiratori, si sta adoperando per la produzione di ventilatori e respiratori a Maranello. Foto: You Tube