Digita per cercare

Politica

Conte sfida Salvini: il gesto che gli italiani non si aspettavano – Video

Condividi
Conte

Il Presidente Conte sfida il Vicepremier Matteo Salvini sul tema sbarchi – di Pietro Di Martino – 5Stelle e Lega ancora divisi sull’immigrazione

Questo Governo sembra non trovare pace, l’ultima bagarre sugli sbarchi é davvero clamorosa. Da una parte il Ministro degli Interni Salvini che vuole dettare la linea, dall’altra il Presidente Conte che mette il bastone tra le ruote.

Fa sorridere che due autorevoli esponenti del Governo debbano comunicare a distanza, se fossimo malpensanti parleremmo di tatticismo… vogliamo invece  credere che siano incapaci di dialogare.

A iniziare è stato qualche giorno fa il Presidente del Consiglio che, riferendosi ai migranti sulle navi Ong Sea Watch e Sea Eye ha detto: “Ne prenderemo 15 su 49, e prenderemo anche i mariti perché non siamo gente che smembra le famiglie: daremo un segnale all’Europa, ma dopo che tutti avranno rispettato le regole”.

Le dichiarazioni di Conte da Bruno Vespa

Non contento e dopo che il Vicepremier aveva ribadito di voler tenere i porti chiusi, Il Presidente Conte sembra determinato nel chiarire la sua posizione: “Se non li faremo sbarcare, li andrò a prendere con l’aereo e li riporterò“.

Dichiarazione che ha ben pensato di fare durante l’ultima puntata di porta a porta, trasmissione televisiva condotta da Bruno Vespa e vista da milioni di italiani.

Ovviamente la risposta di Salvini non si é fatta attendere e in un video caricato nella pagina Facebook ha detto: “Un cedimento oggi da parte di chiunque significherebbe riaprire le porte al traffico di essere umani gestito dai mafiosi e dagli scafisti. Non cambierò mai idea. Chi vuole salvare vite deve bloccare gli scafisti”.

Continua: “Chi vuole aiutare l’Africa a diventare uno splendido continente da cui non scappare ma fermarsi a vivere e lavorare, deve bloccare gli scafisti e le navi che non rispettano le regole e battono bandiere straniere. Questo non avverrà mai con il consenso mio e degli italiani”.

L’Europa non aspetta altro

Ti potrebbe interessare anche: 90′ di applausi per il comunista Marco Rizzo che distrugge i sindaci del Pd

Da questa vicenda emerge, ancora una volta, l’instabilità del Governo dovuta alle continue divergenze in tema di sbarchi. Non essere compatti infatti, mostra debolezza e incapacità: manna dal cielo per l’Europa che vuole bacchettare l’Italia.

Il tema immigrazione é di grande attualità e nella sua drammaticità non può e non deve diventare un teatrino politico. Questo Governo deve imparare ancora molto come, ad esempio, prendere decisioni sedendo allo stesso tavolo e non sulle poltrone dei talk show televisivi.

Io lavoro per salvare vite umane.Io lavoro per la sicurezza degli Italiani.Per questo non sarò mai complice di scafisti, trafficanti e ONG che, per soldi o per politica, usano donne e bambini per scardinare regole e confini.

Posted by Matteo Salvini on Tuesday, January 8, 2019

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com
Pietro Di Martino