Digita per cercare

Mondo

Famiglia ritrova la bimba rapita: inseguimento a 100 km/h – Video

Condividi
coppia insegue il rapitore

Una coppia insegue in auto il rapitore di una bambina di 11 anni e allerta la polizia: così ha contribuito a salvare Charlotte Moccia.

La piccola Charlotte era scomparsa a Springfield, nel Massachusetts, mercoledì poco dopo essere scesa dallo scuolabus alle 13:36 circa.

Miguel Rodriguez, 24 anni, aveva costretto la bambina, armato di un coltello, a salire su un Honda Civic blu con finestrini oscurati e cerchioni distintivi.

La polizia del Massachusetts ha diramato un Amber Alert (allarme sequestro) in cui descriveva l’accaduto con allegate le foto dell’auto.

Coppia riconosce l’auto e insegue il rapitore

Amanda Disley, Benny Correa e i loro figli stavano rientrando a casa da una cena mercoledì sera, quando hanno notato un’auto dall’aspetto familiare.

La coppia ha dichiarato all’ABC News: «Abbiamo avuto la sensazione che fosse proprio la macchina descritta dalla polizia».

I due hanno subito avvisato le forze dell’ordine e, dopo aver ricontrollato che la foto corrispondesse, non ci hanno pensato due volte. Hanno intrapreso l’inseguimento del rapitore, pubblicando anche un video su Facebook.

Il veicolo sospetto ha cominciato a prendere velocità ma Correa ha tenuto il passo a 100 Km/h, nonostante i tentativi del rapitore di seminarli.

Intanto la moglie ha continuato a restare al telefono col 911 comunicando le strade in cui si trovavano. La coppia mentre insegue il rapitore è riuscita anche a leggere la targa, che ha comunicato subito alla polizia.

Disley dichiara di aver visto «qualcuno che veniva spinto sotto il sedile posteriore». Nonostante i loro figli fossero a bordo non hanno mollato.

La donna ha raccontato alla ABC che suo marito rallentava in vicinanza dei semafori per evitare che altre auto li colpisse.

È poi intervenuta la polizia che è riuscita a individuare l’auto del sospetto e a mettere in salvo la piccola Charlotte che si trovava nel sedile posteriore.

«È stata una situazione di vita o di morte per questa bambina», ha dichiarato il commissario della polizia di Springfield Cheryl Clapprood.

La polizia ha preso in custodia Rodriguez con l’accusa di rapimento aggravato e aggressione con arma pericolosa. Il giudice gli ha negato la cauzione.

La famiglia della ragazza ha rilasciato una dichiarazione nella giornata di ieri dove ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito a salvare loro figlia.

«In particolare, vorremmo ringraziare Amanda Disley e suo marito per il coraggio, mettendosi in pericolo per assicurarsi di non perderla di vista», ha detto la famiglia Moccia. Foto: YouTubeFacebook – Springfield Police Department

Some of the video sorry for dramaticness but when I saw the person in the back seat being pushed down all we could think about is her and the danger she was in wasn’t even sure if it was the right car just the gut feeling my husband and i had by the rims and the funny movements in the car

Posted by Amanda Disley on Wednesday, January 15, 2020