Digita per cercare

Salute

Ecco cosa potrebbe succedere al cuore se non laviamo i denti

Condividi
lavare i denti

Sappiamo tutti che lavare i denti è molto importante ma un nuovo studio rivela quanto possa essere benefico per il cuore.

Fin da piccoli ci hanno abituati a curare l’igiene orale e lavare i denti rientra nella routine necessaria per il nostro benessere.

Oggi uno studio conferma che questo semplice gesto non si limita solo a tenere in salute il cavo orale ma protegge anche il cuore.

Hanno svolto la ricerca un gruppo di ricercatori dell’Università Ewha Womans di Seul, in Corea del Sud, guidati dal dottor Tae-Jin Song.

Hanno osservato lo stato di salute di circa 161mila persone con età compresa tra i 40 e i 79 anni, nell’arco di dieci anni e mezzo. Nessuno di loro aveva precedenti di insufficienza cardiaca o di fibrillazione.

Nel periodo osservato gli studiosi hanno raccolto informazioni sullo stile di vita e sulle abitudini di igiene orale dei vari partecipanti.

I risultati ottenuti collegano una buona igiene orale alla salute del cuore. Nelle persone che lavavano i denti tre o più volte al giorno hanno riscontrato una diminuzione del 10% del rischio di ammalarsi di fibrillazione atriale.

Non solo, hanno rilevato anche una diminuzione del rischio di ammalarsi di insufficienza cardiaca del 12%.

Lavare i denti protegge il cuore: come è possibile?

Ricerche precedenti avevano suggerito che una scarsa igiene orale poteva avere come conseguenza quella di passare i batteri presenti nei denti nel sangue.

Gli esperti ritengono che lavare e spazzolare frequentemente i denti impedisca ai batteri di annidarsi nella tasca gengivale e quindi di conseguenza di propagarsi attraverso la circolazione sanguigna.

L’autore della ricerca ha osservato che l’analisi è limitata a un solo paese ma ha aggiunto che avendo esaminato un ampio gruppo di persone in un lungo lasso di tempo, i risultati ottenuti sono palusibili.

«È certamente troppo presto per raccomandare lo spazzolino da denti per la prevenzione della fibrillazione atriale e dell’insufficienza cardiaca», ha detto il dottor Tae-Jin Song. Ma ha aggiunto: «Invece sta diventando sempre più evidente il ruolo dell’infiammazione quando si verificano malattie cardiovascolari».

Lo studio dal titolo “Improved oral hygiene care is associated with decreased risk of occurrence for atrial fibrillation and heart failure: A nationwide population-based cohort study” è stato pubblicato rivista specializzata European Journal of Preventive Cardiology.