Digita per cercare

Politica

Critiche al discorso di Conte, solo Salvini è d’accordo: «Finalmente»

Condividi
il discorso di Conte

Pioggia di polemiche dopo l’ultimo discorso di Conte in cui ha annunciato “la chiusura su tutto il territorio nazionale di ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, cruciale, indispensabile a garantirci i beni e i servizi essenziali”.

La cosa che più di tutte ha lasciato sconcerto, è stata la decisione di voler fare il discorso in un orario decisamente inconsueto, che ha inevitabilmente allarmato i cittadini. Un intervento che avrebbe potuto fare oggi, dal momento che le misure entrare in vigore da lunedì.

L’ultimo a criticare i metodi del governo è Matteo Renzi, che dice di voler rispettare le regole ma chiede che il Governo rispetti quelle della democrazia: “Si riunisca il Parlamento. E si facciano conferenze stampa, non show su Facebook: questa è una pandemia, non il Grande Fratello. Insieme ce la faremo”.

Durissimo il giudizio di Giorgia Meloni, che considera i metodi di comunicazione dell’attuale esecutivo al pari dei regime totalitario: “Dichiarazioni trasmesse in orari improbabili, con continui ritardi e attraverso la pagina personale di Giuseppe Conte su Facebook, come se in Italia non esistessero le Istituzioni, la televisione di Stato e la stampa”.

A proposito del discorso di Conte, Meloni: “Ma che metodi sono?”.

Per la Meloni “tutto questo non fa che peggiorare il senso di insicurezza, ansia e incomprensione da parte di tutti noi. Gli italiani non sanno quali attività domani saranno aperte e quali chiuse, perché nessuno ha visto uno straccio di decreto”.

E conclude: “Non sanno nemmeno se devono andare al lavoro oppure no, se devono alzare la serranda della propria azienda oppure no. Ma che metodi sono? Non se ne può più! Chiediamo chiarezza e serietà”.

L’unico a essere soddisfatto del discorso di Conte è paradossalmente Matteo Salvini, convinto, forse, che il governo abbia agito prendendo in considerazione un suo post pubblicato poche ore prima alle 18:44, in cui chiedeva di chiudere tutto.

Ecco cosa ha scritto infatti, dopo l’intervento del presidente: “Finalmente, dopo troppi giorni persi, ci hanno ascoltato sulla chiusura delle fabbriche! Bene, ora andiamo avanti con le altre richieste: mascherine e protezioni per tutti, anno bianco di pace fiscale per imprese e lavoratori per tutto il 2020, sveglia all’Europa e riapertura del Parlamento“.