sfero banner
HomeSaluteDanneggiato da vaccino a 26 anni perché operatore sanitario. Draghi ci sei?

Danneggiato da vaccino a 26 anni perché operatore sanitario. Draghi ci sei?

Il Comitato Ascoltami ha raccolto l’ennesima testimonianza di un danneggiato da vaccino. Anche lui come tanti altri aspetta risposte dal mondo scientifico e dalle Istituzioni.

“Mi chiamo Roberto ho 26 anni e sono di Torino” così si è presentato il giovane operatore sanitario che ha raccontato la sua esperienza in un video.

“Ho effettuato la prima dose del vaccino Pfizer a marzo del 2021, da lì in poi la mia vita non è più stata la stessa. A partire dalla sera stessa ho iniziato ad accusare cefalea e bruciore a livello delle tempie e della fronte, che mi hanno portato a svolgere vari accertamenti”.

Roberto ha raccontato di non aver ricevuto risposte e che, a circa due o tre settimane dalla somministrazione, aveva iniziato ad accusare fitte al petto e dolori intercostali, accompagnate da dispnea e tachicardia.

“Ho effettuato una visita cardiologica privata che mi ha dato esito di pericardite acuta con versamento causata da vaccinazione. Sono in cura da maggio 2021 e tutt’ora presento sintomi senza aver risolto questa problematica”.

Il giovane danneggiato da vaccino ha raccontato che la pericardite è ancora presente, nonostante la forte terapia farmacologica che sta facendo.

Poi ha lanciato un appello: “Chiedo una cura adeguata e interesse scientifico riguardo alle condizioni come la mia, e mi chiedo soprattutto se mai potrò tornare alla vita di prima”. Foto: Facebook