banner
HomeMondoDjokovic ha l'80% di un azienda che sviluppa cura per Covid (non...

Djokovic ha l’80% di un azienda che sviluppa cura per Covid (non vaccino)

Il tennista serbo Novak Djokovic ha acquisito una partecipazione dell’80% nella società di biotecnologie QuantBioRes, che sta sviluppando una cura per il coronavirus.

Lo ha dichiarato a Reuters l’amministratore delegato della società, Ivan Loncarevic.
L’imprenditore ha spiegato che l’acquisizione dell’80% della partecipazione da parte del tennista è stata effettuata nel giugno 2020.

L’azienda sta sviluppando un peptide, che inibisce il coronavirus dall’infezione della cellula umana e prevede di avviare studi clinici in Gran Bretagna quest’estate.

Il CEO ha sottolineato che l’azienda stava lavorando a un trattamento, non a un vaccino.
L’azienda ha una dozzina di ricercatori che lavorano in Danimarca, Australia e Slovenia.

Secondo il registro delle imprese danese, Djokovic e sua moglie Jelena possiedono rispettivamente il 40,8% e il 39,2% della società.

Djokovic è tra gli atleti più pagati al mondo

Djokovic, 34 anni, è in testa alla classifica dell’Association of Tennis Professionals (ATP) con 20 titoli del Grande Slam, nove Australian Open, sei Wimbledon, tre US Open, due Open di Francia. In totale, ha 86 vittorie in tornei sotto l’egida dell’ATP. Djokovic è anche medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

Forbes ha inserito Djokovic tra i 50 atleti più pagati al mondo per il 2021. Ha calcolato che i suoi guadagni in campo sono pari a 4,5 milioni di dollari. Mentre si aggirano intorno ai 30 milioni di dollari i guadagni extra sportivi del tennista serbo. Foto: YouTube