Digita per cercare

Salute

Emorroidi: ecco cosa succede se utilizziamo 2 cucchiai di bicarbonato così

Condividi
emorroidi

Non è un problema che solitamente affrontiamo perché crea non pochi disagi ma soffrire di emorroidi è una patologia molto più frequente di quanto si pensi.

Quasi il 40% degli italiani soffrono di emorroidi (esterne o interne) e sono condizionati negativamente nella routine quotidiana a causa dei disagi e dei fastidi che provocano.

Cosa sono. La malattia emorroidaria, chiamata comunemente solo emorroidi, è una dilatazioni della rete vascolare del canale anale che tende spesso al prolasso e alle emorragie.

Cause. Generalmente le cause di questa patologia sono: stitichezza, gravidanza, variazioni ormonali, stress, alimentazione scorretta e fumo.

Sintomi. Tra i sintomi più comuni troviamo: dolore, edema, sanguinamento, prolasso, congestione, prurito, fastidio nella zona anale e perdite muco-sierose.

Diagnosi. La diagnosi di emorroidi avviene con una visita dello specialista colon-proctologo che ispeziona la zona rettale per esaminare le caratteristiche del prolasso.

Sono quattro gli stadi di classificazione: il primo riguarda quelle interne; il secondo riguarda i noduli prolassati durante la defecazione ma riducibili spontaneamente; il terzo emorroidi prolassanti che richiedono intervento manuale e il quarto riguarda le protusioni permanenti.

Cura e trattamento. Insieme alla terapia mirata da valutare insieme al medico specialista si può ricorrere a metodi naturali che possono aiutare alleviando i sintomi e il disagio.

Bicarbonato di sodio per le emorroidi

Il bicarbonato di sodio si rende ancora una volta protagonista e viene in nostro aiuto anche in caso di emorroidi. Quelle che sfruttiamo sono le sue proprietà detergenti e decongestionanti.

Può essere utilizzato nella fase acuta della malattia, soprattutto in caso di emorroidi esterne pruriginose. Basterà aggiungere due cucchiai di bicarbonato a dell’acqua tiepida e immergere la zona anale infiammata.

Con questo metodo troverete sollievo e una sensazione di freschezza e può essere effettuato un paio di volte al giorno.

Il bicarbonato può essere usato anche come prevenzione alle emorroidi. Basterà alternare lavaggi con acqua e bicarbonato a lavaggi con un detergente intimo emolliente e lenitivo.

Altri metodi naturali. Le emorroidi possono essere curate anche dall’interno. Per prima cosa attraverso l’alimentazione che dovrà essere ricca di fibre, evitando fritture, piccante, alcolici e insaccati.

In caso di emorroidi esterne da dissenteria possiamo intervenire con bevande astringenti come acqua, limone e due cucchiaini di bicarbonato.

Se invece la causa fosse la stitichezza ricorrente possiamo aiutare il nostro intestino a regolarizzarsi con lo psillio.

È una pianta erbacea che a contatto con l’acqua produce una mucillagine che aiuta nell’evacuazione. Da prendere una volta al giorno, preferibilmente la sera.

Molto utile per le sue proprietà lenitiva e antinfiammatoria è il gel di Aloe vera che può essere usato per il trattamento delle emorroidi nello stato iniziale.