Digita per cercare

Politica

Enrico Michetti, lo sfogo del prof: «Terrore serve per farci indebitare» Video

Condividi
Enrico Michetti

Enrico Michetti, professore universitario e avvocato di diritto amministrativo, si è reso protagonista di un piccolo sfogo in diretta sull’azione di governo rispetto all’emergenza.

“È diventato ridicolo, si parla soltanto di questa influenza – particolarmente grave, per carità di Dio, in casi acuti – ma che di questo virus si faccia un programma di governo che altrimenti non avrebbe ragione di esistere è paradossale”.

È lo sfogo a Radio Radio del professore universitario e avvocato in diritto amministrativo Enrico Michetti.

Secondo il professore il governo avrebbe un solo programma: il virus. “Capisco che la vicenda è grave ma sapete quante gente muore d’infarto? Sapete quanta gente muore di tumore? Quanta gente muore di ischemie? Sapete quanta gente muore di incidenti stradali? Non è che si muore soltanto di Covid”.

Michetti ha sintetizzato la situazione: “Finché non andremo a prendere questi maledetti 38 miliardi del MES, ci faranno una capoccia tanta”.

La disinformazione è palese: “Il Fondo Monetario Internazionale ha detto che un nuovo lockdown potrebbe accelerare la ripresa economica. Ormai stiamo giungendo alla disinformazione più totale”.

Si continua a parlare di lockdown nonostante l’emergenza sembri rientrata. “A Bergamo i casi di terapia intensiva e di ospedalizzazione sono minori che a luglio. Quando arriveranno i vaccini forse non ne avremo nemmeno più bisogno”.

Enrico Michetti sul Governo: “Stanno facendo una politica del terrore”

Per il professore bisogna iniziare a governare con le cure e non con il terrore. “Perché bisogna fare una politica del terrore? Per farci indebitare fino al collo?”

In Italia sono anni che si parla della mancanza di migliaia di infermieri e, in un momento come questo, sarebbe opportuno trovare delle soluzioni.

Michetti prova a darne una: “Dicono che servono 30 mila infermieri e allora bisogna andare a prendere i soldi del MES. Scusate, noi paghiamo 3 milioni di persone per stare a casa. Tra questi non ce ne sono 30 mila da poter prendere per fare un corso da infermieri?”

Dovrebbe essere questo, secondo il professore, il programma d’intervento di un’azione politica seria: creare lavoro e sviluppo.

Invece: “Stanno facendo una politica del terrore, perché il terrore è l’unico programma di questo governo. Basta andare sul televideo e noterete che il 90% dell’informazione è tutta sul Covid”.

“Non puoi schiacciare le persone all’angolo terrorizzandole, devi dare prospettiva, devi dare lavoro e una buona parola. Appena apri la televisione: 5mila contagi! Basta una starnuto e subito tamponi dentro al naso, dentro l’orecchio e da qualche altra parte”. Foto: YouTube