banner
HomeMondoFacebook permetterà l'odio contro i russi e le lodi ai nazifascisti ucraini

Facebook permetterà l’odio contro i russi e le lodi ai nazifascisti ucraini

Meta consente i messaggi di odio contro i russi. “A causa dell’invasione russa dell’Ucraina – ha detto a France Presse Andy Stone, il capo delle comunicazioni di Meta –  siamo tolleranti verso forme di espressione politica che normalmente violerebbero le nostre regole sui discorsi violenti come ‘morte agli invasori russi'”.

Secondo l’agenzia stampa britannica Reuters, che ha avuto accesso ad alcune comunicazioni interne della società, sarà possibile pubblicare post che chiedono la morte di Putin o del presidente bielorusso Alexander Lukashenko.

“Come risultato dell’invasione russa dell’Ucraina abbiamo temporaneamente concesso forme di espressione politica che normalmente violerebbero le nostre regole”. 

Come se non bastasse, l’AGI ci ha informato che verranno rimosse “le limitazioni che impedivano di lodare il Battaglione Azov”. Questo è quello che avrebbe detto il portavoce di Meta Joe Osborne.

Dunque oltre a dare il via libera ai messaggi di odio contro la Russia, sarà possibile esprimersi a favore di una formazione politica di estrema destra.

Immediata la reazione dell’ambasciata russa negli Stati Uniti, che ha chiesto a Washington di fermare le “attività estremiste” del proprietario di Facebook Meta Platforms.

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

“La politica aggressiva e criminale di Meta che porta all’incitamento all’odio e all’ostilità nei confronti dei russi è oltraggiosa” ha affermato l’ambasciata russa in una nota.

“Le azioni della società sono l’ennesima prova della guerra dell’informazione senza regole dichiarate sul nostro Paese”.

Considerando i passati “esperimenti” di Facebook, non è difficile immaginare cosa succederà. Il condizionamento mediante l’imitazione porterà sempre più utenti a pubblicare post che incitano all’odio. Foto: YouTube