Digita per cercare

Istruzione

Finestre aperte in classe contro il virus: studenti si ammalano per il freddo

Condividi
Finestre aperte in classe

Abbiamo avuto otto mesi per mettere studenti e docenti nelle condizioni di poter lavorare in sicurezza eppure oggi ci troviamo a fare lezioni con le finestre aperte in classe.

Tanto tempo perso per trovare i banchi a rotelle, per sanificare gli istituti e per avere gel e mascherine a disposizione, e poi?

E poi si sono dimenticati che per raggiungere la scuola quei ragazzi avrebbero dovuto prendere bus, treni e metropolitane. Assembramenti inevitabili ai quali, evidentemente, il Governo non aveva pensato.

Come se tutto questo non bastasse in questi giorni diversi studenti stanno pubblicando sui social video in cui si vedono costretti a seguire le lezioni con delle coperte.

Finestre aperte in classe: studenti con febbre e mal di gola

Per colpa del virus c’è bisogno del ricircolo d’aria e dunque le finestre vanno tenute aperte. Senti freddo? Ti porti la coperta da casa. Questo è il livello che abbiamo raggiunto nel nostro Paese.

Per non parlare delle condizioni in cui versano migliaia di strutture scolastiche che avremmo potuto ristrutturare con i milioni spesi per acquistare i banchi a rotelle, ad esempio.

“Mia figlia, 5 anni, è a casa malata” ha raccontato una mamma a Imperia Post. “Venerdì scorso ho chiamato in Comune per far presente la situazione nelle scuole e del freddo che patiscono i nostri figli per via delle finestre aperte e dei termosifoni spenti”.

La testimonianza arriva da Imperia, dove il primo cittadino ha emesso un’ordinanza che anticipa l’accensione dei riscaldamenti, anche se questo non risolverà il problema.

Nei mesi invernali puoi anche avere i termosifoni accesi ma, tenendo una finestra aperta, l’ambiente tende a raffreddarsi comunque.

“Mia figlia mi aveva chiesto una felpa in più oltre a quella che indossava già – aveva spiegato la mamma di Imperia – e così gliene ho messa una di pile. Purtroppo nonostante tutto deve aver preso un colpo di freddo”.

Teniamo le finestre aperte per combattere il virus e poi gli studenti si ammalano per colpa del freddo. Davvero geniale.