Digita per cercare

Mondo

Con un macete aggredisce escursionisti in montagna: c’è almeno un morto

Condividi
appalachian trail

Un pazzo armato di macete ha aggredito almeno 4 escursionisti lungo l’Appalachian Trail; la polizia indaga in cerca di altre vittime.

Sono state 72 ore di puro terrore quelle che hanno accompagnato i turisti dell’Appalachian trail nelle notti tra giovedì e sabato mattina.

I sentieri sono famosi tra gli appassionati di trekking: attraversano tutta la catena dei monti Appalachi, nell’est degli Usa, partendo dalla Georgia per giungere fino al Maine.

L’Appalachian Trail si snoda per 3500 km e i sentieri hanno vari livelli di difficoltà: alcuni, i più semplici, sono percorsi anche da famiglie .

In questo periodo dell’anno la parte più battuta è quella sud, dove il clima è più mite e le persone la notte possono accamparsi in tenda nelle zone predisposte.

Già qualche notte fa alcuni escursionisti si erano svegliati di soprassalto perché un uomo con un cane li aveva importunati e minacciati con un macete.

Tra venerdì e sabato parte la mattanza: una coppia ferma in una piazzola subisce un’aggressione da parte di un uomo armato con chiare intenzioni omicide.

Ti potrebbe interessare anche: In luna di miele avvertono un cattivo odore in hotel: lei muore, lui è grave

Appalachian Trail, si teme ci siano altre vittime

La coppia è riuscita a fuggire e a dirigersi verso la città vicina per dare l’allarme e allertare i soccorsi. Un altro escursionista non è potuto fuggire, bloccato dal folle.

È riuscito però a premere il pulsante “Emergency” sul cellulare: la chiamata è stata immediatamente ricevuta dalla società telefonica che ha fatto intervenire le autorità.

Un’altra donna è riuscita a fuggire per 9km fino a che non ha incontrato altri escursionisti che le hanno prestato soccorso.

Una squadra in assetto speciale si è diretta immediatamente sul luogo: la scena è stata raccapricciante.

Un uomo armato di macete che seguiva un cane randagio, a pochi metri di distanza il corpo di una donna ricoperto di sangue e ormai privo di vita.

L’uomo è stato identificato con il nome di James Jordan, trentenne del Massachusetts, anche lui appassionato di trekking.

Nella comunità di appassionati si era soprannominato “Sovereign”, “Sovrano”. Nelle settimane prima aveva già aggredito dei camminatori in Tennessee, ma era stato rilasciato con una multa.

Lo sceriffo della contea, Mike Hensley si era detto contrario alla sentenza, ritenendolo un uomo altamente pericoloso e disturbato.

Ora il pensiero va a tutte le migliaia di persone che giornalmente percorrono quelle strade e a quante potenziali vittime può aver fatto quest’uomo in preda alla follia.

Jelena D'Agostino

Insegnante di ripetizioni per passione, amante dei fumetti e della lettura. Da sempre appassionata al mondo della psicologia e del crimine. Il mio autore di riferimento è Tiziano Sclavi.
E-mail: msbreedaniels@icloud.com
Jelena D'Agostino