Digita per cercare

Salute

Formicolio: ecco quando non è grave e come farlo passare con tre esercizi

Condividi
formicolio

Capita al risveglio o durante la giornata di avvertire una sensazione di formicolio agli arti o in altre zone del corpo. Quando dobbiamo preoccuparci?

Non è raro che si presenti formicolio o intorpidimento su alcune parti del corpo e la maggior parte della volte il disturbo si risolve da solo.

Se il problema diventa cronico ed è accompagnato da altri sintomi quali prurito, dolore e deperimento muscolare è importante non sottovalutarne i rischi.

Neanche se i sintomi si presentano troppo frequentemente o con una durata prolungata di qualche ora non dobbiamo trascurarli e consigliamo di rivolgersi a uno specialista.

Le cause di formicolio e intorpidimento

Compressione di nervi o cattiva circolazione nella zona colpita. Queste due cause possono portare alla temporanea o prolungata insensibilità in una determinata zona del corpo e in questo caso il problema si risolverà da solo.

Sindrome della costola cervicale. Ne è colpita una persona su cinquecento ed è l’insieme dei sintomi e dei segni che compaiono quando c’è una compressione sui vasi sanguigni e sui nervi situati a livello dello stretto toracico. La compressione comporta una sensazione di formicolio alle braccia e alle dita.

Sindrome del tunnel carpale. È una condizione che si verifica quando il nervo mediano della mano viene schiacciato o compresso provocando formicolio, intorpidimento e dolore.

Altre patologie. Anche la spondilosi cervicale, la nevralgia del plesso branchiale, la sciatica o la trombosi venale possono generare formicolio e intorpidimento.

Diabete. Questa patologia ha tra le complicanze la neuropatia diabetica, una lesione nervosa che presenta sintomi di formicolio e intorpidimento. Solitamente il problema parte dai piedi per poi estendersi a gambe e mani.

Altre malattie sistemiche e autoimmuni. Questi sintomi insorgono anche in caso di artrite reumatoide, malattie epatiche, squilibri ormonali (incluso l’ipotiroidismo).

Carenze di vitamine. In caso di carenza delle vitamine essenziali per una sana funzione nervosa, come la B1, la B6, la B12 e la E, si possono avere questi sintomi.

Come risolvere il problema nei casi lievi

Se il formicolio o l’intorpidimento sono dovuti da compressione nervosa o insufficienza circolatoria, ci sono alcuni piccoli accorgimenti che possono aiutare a risolvere la situazione.

Oltre a cambiare le calzature e la postura, ci sono dei movimenti da effettuare che possono aiutare a far passare il disagio dovuto all’insensibilità.

È comunque consigliato chiedere sempre un parere di un medico anche prima di affrontare qualsiasi esercizio motorio per essere certi che non ci siano cause più gravi.

Tunnel carpale. Potete prendere una molletta o una palla di gomma morbida da stringere tra il pollice e l’indice.

Rigidità cervicale. Un esercizio utile è quello di stendersi sul pavimento con le gambe incrociate. Inclinate la testa verso destra e poi verso sinistra, mantenendo la posizione per alcuni secondi.

Sciatica. In questo caso sdraiatevi sul pavimento su un fianco, avvicinando le ginocchia al petto e poi distendendo le gambe. – Foto collage da Wikipedia e Pixabay