Digita per cercare

Affari

Giornale tedesco: «Gli italiani devono essere controllati da Bruxelles»

Condividi
giornale tedesco

Dopo la pizza corona dei francesi ci mancava un altro smacco, questa volta da parte di un giornale tedesco, Die Welt.

Sono parole dure quelle pubblicate dal giornale tedesco Die Welt nei confronti del nostro paese. Già dal titolo, in cui viene chiesto alla cancelliera Merkel di restare ferma e non cedere alle richieste dell’Italia.

L’articolo, firmato da Christoph B. Schiltz, è uscito oggi e ha già scatenato molte polemiche: «I paesi dell’Unione europea dovrebbero certamente aiutarsi a vicenda nella crisi del coronavirus. Ma senza nessun limite? E senza alcun controllo?»

L’autore del giornale tedesco si riferisce agli Eurobond di cui tanto si parla e a cui sono contrari sia Germania che Olanda: «In Italia la mafia sta solo aspettando una nuova pioggia di soldi da Bruxelles».

Chiede alla cancelliera Merkel: «Resta ferma! Soprattutto dal momento che ora l’UE vuole mettere sul tavolo aiuti economici per 500 miliardi di euro per paesi come l’Italia e la Spagna».

Dalle parole lette sul giornale tedesco di stampo conservatore, trapelano accuse e una quasi completa sfiducia nel governo italiano.

Schiltz continua affermando che i fondi inviati in Italia dovrebbero essere usati solo per il sistema sanitario e non per il sistema sociale e fiscale.

«E naturalmente gli italiani devono essere controllati da Bruxelles e dimostrare di utilizzare i fondi in modo conforme alle regole», conclude.

Le dure parole di Di Maio alle accuse del giornale tedesco

Questa mattina il ministro degli Esteri Luigi Di Maio era ospite nella trasmissione Uno Mattina, per parlare dell’emergenza coronavirus.

La conduttrice della trasmissione Valentina Bisti chiede a Di Maio cosa pensa delle dure parole del giornale tedesco che insinua infiltrazioni mafiose nella richiesta di Eurobond.

Il ministro non ha usato mezzi termini: «Sappiamo che l’Italia è impegnata in una trattativa a livello europeo e quindi non vogliamo fare polemica. Però che un quotidiano straniero dica che la mafia sta aspettando i soldi che l’Italia sta chiedendo a Bruxelles è un’affermazione vergognosa e inaccettabile».

«Io spero che il governo tedesco prenda le distanze da quelle considerazioni riportate da quel giornale tedesco. Mi permetta inoltre di dire che noi in questo momento stiamo piangendo le vittime del coronavirus ma allo stesso modo l’Italia ha pianto e piange le vittime della mafia», ha continuato Di Maio.

Ha poi concluso così: «È inaccettabile che in un momento nel quale l’Italia sta chiedendo di poter spendere tutti i soldi che servono per aiutare i propri concittadini, i propri imprenditori, i propri lavoratori, i propri disoccupati, i giovani e i meno giovani, si facciano considerazioni del genere». Foto: RaiPlay e YouTube