banner
HomeItaliaGiulia suicida dopo il vaccino, la madre: «Credeva nelle istituzioni» Video

Giulia suicida dopo il vaccino, la madre: «Credeva nelle istituzioni» Video

A Fuori dal coro è stata intervistata la madre di Giulia, una donna di 51 anni che ha scelto di togliersi la vita dopo una reazione avversa al vaccino.

La donna ha iniziato a stare male dopo la seconda dose. “Bruciori in tutto il corpo e persino in bocca” hanno raccontato nel servizio mandato in onda ieri sera.

“Perdonatemi – aveva scritto Giulia in un biglietto per i suoi cari – sto soffrendo troppo. Non ce la faccio più. Vi voglio un bene immenso”.

La madre ha raccontato che la figlia si è sentita completamente abbandonata a se stessa. “Nessuno ha detto una parola buona a mia figlia. Abbiamo girato l’Italia e nessuno ha dato una parola di conforto”.

La madre di Giulia: “Credeva nei vaccini”

Degli specialisti interpellati nessuno ha saputo dire a Giulia come sarebbe andata a finire. Nessuno che le abbia detto se quei dolori lancinanti sarebbero terminati o se, con il tempo, poteva guarire e tornare alla vita di prima.

“Mia figlia credeva nei vaccini” ha detto la madre. “Anch’io li ho fatti tutti e tre perché uno ci crede nelle istituzioni… E adesso?”

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

Anche Mario Giordano ha voluto dire la sua. “Chi sta male dopo il vaccino, e ci sono le persone che stanno male, non devono essere dimenticate, non possono essere cancellate”.

Il giornalista ha detto che, quando si parlava di questi casi nel suo programma, gli è stato detto di tutto, compreso il fatto che non avrebbe dovuto parlarne.

“Voglio che questa morte pesi sulla coscienza di chi non ha risposto, di chi diceva che non si poteva parlare di queste persone, di chi demonizzava chi parlava di queste persone”.

Giordano se l’è presa anche con le istituzioni: “Voglio che pesi sulla coscienza di chi non ha aperto le porte del ministero quando sono andati là sotto a chiedere di essere ricevuti”. Foto: Mediaset Play