Digita per cercare

Politica

Il governo dà 50 milioni alle imprese tunisine ma il post scompare

Condividi
50 milioni alle imprese tunisine

Da un post pubblicato e poi rimosso dalla pagina Facebook dell’Ambasciata d’Italia in Tunisia, apprendiamo che il governo ha versato 50 milioni alle imprese tunisine.

In queste ore sta rimbalzando in rete un post pubblicato sulla pagina Facebook dell’Ambasciata d’Italia in Tunisia, poi rimosso, in cui si dava notizia di un versamento pari a 50 milioni di euro da parte del governo italiano per aiutare le imprese tunisine.

“Italia e Tunisia – c’era scritto – continuano a cooperare per superare questo difficile momento insieme. L’Italia, tramite la Cassa Depositi e Prestiti, ha versato 50 milioni di euro (circa 157 milioni di dinari) a titolo di credito d’aiuto alla Banca Centrale tunisina”.

Una somma che – si leggeva nel comunicato – “potrà essere utilizzata per rispondere all’impatto socioeconomico del coronavirus in Tunisia, supportando le misure messe in campo dal Governo tunisino. È un primo passo, mano nella mano, per far fronte al COVID19”.

50 milioni alle imprese tunisine

La notizia, riportata anche da Reuters, è stata ripresa e confermata dal deputato di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli, durante la puntata di Diritto e rovescio.

“Qui non si tratta di solidarietà ma di mancanza di rispetto e amore nei confronti del proprio popolo” ha detto Donzelli mostrando il post pubblicato su Facebook.

Poi ha aggiunto: “Noi dobbiamo pensare ad aiutare le nostre aziende, le nostre imprese e i nostri negozi. Abbiamo donato 50 milioni di euro alle imprese tunisine ma quante cose si possono fare con quella cifra per il nostro tessuto economico?”

L'Italia, tramite la Cassa Depositi e Prestiti, ha versato 50 milioni di euro (circa 157 milioni di dinari) a titolo di credito d'aiuto alla Banca Centrale tunisina". Lo rende noto su Facebook l'ambasciata d'Italia in Tunisia aggiungendo che "questa somma è destinata a sostenere le imprese tunisine e potrà essere utilizzata per rispondere all'impatto socioeconomico del coronavirus in Tunisia, supportando le misure messe in campo dal Governo tunisino. È un primo passo, mano nella mano, per far fronte al Covid-19". Il presidente tunisino Kaies Saied due giorni fa ha informato il presidente Sergio Mattarella della "volontà della Tunisia di inviare in Italia una delegazione medica a sostegno degli sforzi intrapresi dalle autorità italiane, nonostante i modesti mezzi a disposizione della Tunisia, poiché la situazione oggi nel mondo riguarda tutte le nazioni e non più un paese soltanto".(fonte ANSAmed)Ammazza se sono cari questi medici tunisini!

Posted by Pensieri s-comodi on Friday, March 27, 2020

Questa mattina ho voluto verificare personalmente la notizia ed effettivamente era sulla pagina dell’Ambasciata d’Italia in Tunisia. Qualche minuti più tardi, però, era sparita.

Ho chiamato quindi l’ufficio stampa del ministero degli Esteri che mi ha chiesto di mandare un’email, cosa che ho fatto circa da 8 ore ma resto ancora in attesa di una conferma o una smentita.

Ad accorgersi della rimozione del post tanti italiani che lo avevano commentato, accusando il governo di aver “abbandonato” le imprese del nostro Paese preoccupandosi di quelle tunisine.

“Complimenti per aver cancellato il post sui 50 milioni di euro dati dall’Italia alla Tunisia. Ma ormai lo abbiamo letto tutti” scrive Otello.

“Perché avete rimosso il post dei 50 milioni per le imprese in Tunisia? Non vivevamo in un paese democratico e con libertà di espressione?” dice Dany. In queste momento le persone continuano a commentare e, in tanti, riportano lo screenshot del vecchio post.