Digita per cercare

Stranezze

Kobe Bryant: le strane coincidenze che scatenano i complottisti

Condividi
Kobe Bryant: le 3 strane coincidenze

Dopo la morte di Kobe Bryant, avvenuta il 26 gennaio, in rete sono diventate virali delle strane coincidenze che riguardano l’incidente della star americana. E non solo: si tratterebbe di avvertimenti al mondo intero, almeno secondo alcuni complottisti…

Internet e i social, lo sappiamo, danno voce a tutti. Anche a quelle persone che cercano di trovare qualcosa di oscuro in ogni avvenimento.

Di solito le teorie del complotto sono direttamente proporzionali alla risonanza mediatica dell’avvenimento. Maggiore è l’importanza dell’evento, maggiori sono le ipotesi non ufficiali che si generano.

Il più delle volte, le ipotesi dietrologiche rimangono all’interno dei piccoli gruppi di cosiddetti complottisti. In rari casi, come questo, le coincidenze sono abbastanza particolari che ne iniziano a parlare un po’ tutti, anche i non complottisti e i quotidiani mainstream (come Il Messaggero e Adnkronos).

Le strane coincidenze sulla morte di Kobe Bryant

Alcuni le chiamano sincronicità: si tratta di eventi collegati tra loro ma non in maniera causale, come due orologi sincronizzati sullo stesso orario.

La differenza tra sincronicità e coincidenza l’ha spiegata bene Marie-Louise von Franz, una psicoanalista svizzera: se un dirigibile esplode davanti a noi mentre ci soffiamo il naso, abbiamo una coincidenza; se si compra un vestito blu ma, per errore, il negoziante ne manda a casa uno nero proprio il giorno in cui muore una persona cara, siamo davanti a una sincronicità, cioè a una coincidenza significativa.

Nel caso di Kobe Bryant dobbiamo parlare di coincidenza o sincronicità? Che giudichi il lettore, noi ci limitiamo a riportare i fatti.

Kobe è morto in un incidente con l’elicottero il 26 gennaio 2020. Il 16 novembre 2016 è andata in onda, negli USA, una puntata del cartone animato per adulti Legends of Chamberlain Heights.

Nel cartone animato si vede precipitare un elicottero con all’interno Kobe Bryant. Il campione chiede aiuto ma, prima che qualcuno riesca a intervenire, l’elicottero esplode e Kobe muore.

Nel 2011 Kobe ha realizzato un mega spot per la Nike. Insieme a lui recitavano anche Bruce Willis e Kanye West. Al termine della pubblicità, Kobe lancia una palla da basket esplosiva sull’elicottero di Kanye West, che esplode.

Sincronicità e fine dei tempi

I complottisti, si sa, non si limitano a trovare le coincidenze. Cercano anche un filo oscuro che le unisca, per dare un senso a eventi scollegati e trasformare le coincidenze in anticipazioni o avvertimenti.

La puntata della serie nella quale muore Kobe era la numero otto, dal titolo evocativo End of Days, Fine dei giorni.

A proposito di fine dei tempi, l’8 maggio 2005 andò in onda una puntata dei Simpson dal titolo Apocalisse o non Apocalisse.

A un certo punto si vede un dirigibile, pieno di personaggi famosi, che ha un incidente. Marge Simpson, che sta guardando in diretta la scena, commenta: «Le stelle del cielo stanno cadendo sulla terra».

È proprio una citazione del biblico libro dell’Apocalisse di Giovanni (6,13): «le stelle del cielo si abbatterono sopra la terra».

In effetti Kobe Bryant è stata una delle stelle più luminose, ed è caduta dal cielo. Quindi la fine è vicina? Per alcuni complottisti sì. Non può essere un caso, infatti, che il coronavirus si stia diffondendo in tutto il mondo proprio adesso…