Digita per cercare

Italia

Parla Loretta Gandolfini, un’altra figlia del leader del Family Day

Condividi
gandolfini

Lo fa attraverso un post su Facebook, Loretta, figlia di Massimo Gandolfini, il neurochirurgo leader del Family Day e uno degli organizzatori del discusso Congresso delle Famiglie a Verona.

Lo sfogo giunge qualche ora dopo le pubblicazioni di alcune interviste su vari giornali di sinistra, a Maria, la primogenita dei 7 figli adottivi di casa Gandolfini, e dei commenti susseguitisi.

“Mio padre è un frustrato che promuove il maschilismo” dice Maria dalla piazza dei contromanifestanti al Congresso – “i suoi valori sono medievali. È cattivo.”

Naturalmente le sue parole hanno creato scalpore e non sono mancati in giro sui social commenti di cattivo gusto, denigratori e insensatamente trionfalistici.

Le parole di Loretta Gandolfini

Loretta non resiste e con tanto di foto ritraente i suoi genitori adottivi scrive a lettere cubitali: “Questi sono la MIA MAMMA e il MIO PAPÀ!

Leggo tante cattiverie in questi giorni sui media (…) ma non voglio rispondere agli haters bensì a chi assiste da spettatore. Credo abbia diritto a sapere.

I miei mi hanno accolta quando a 2 anni mi sono ritrovata sola. Mi hanno cresciuta, educata e mi amano profondamente. Così tanto da permettermi di autodeterminarmi come persona.

Da loro ho imparato il rispetto, che i figli non sono una proprietà ma un dono. Che i genitori non devono solo dare amore ma radici.

Ora loro lottano affinché questo sacrosanto diritto sia appannaggio di tutti i bambini – continua – ed io non posso fare altro che sostenerli.

Essere per i miei figli un quinto di quello che loro sono stati per me, sarebbe già una vittoria. Perciò: grazie MAMMA e PAPÀ”

Parole forti quindi di una figlia grata che sovrastano le cattiverie gratuite di sua sorella, smontano le calunnie entusiaste dei media e sostengono le dichiarazioni rilasciate dallo stesso Massimo:

“Mia figlia dice quello che vuole. Questo smentisce la tesi che mi dipinge come fascista. Non la amo meno di tutti gli altri figli.”

Daniele Cassano

Classe 1990, originario di Bari. Marito, papà, coordinatore ufficio risorse umane per un'importante azienda italiana di multichannel customer interaction. Dal 2016 sono a Tirana, capitale dell'Albania dove lavoro e dove vivo con la mia famiglia. Appassionato di lettura e scrittura ma non disdegno cinema e musica.
E-mail: cassano.dan@gmail.com
Daniele Cassano