Digita per cercare

Salute

Maca, la pianta ‘miracolosa’ peruviana che non vogliono farci conoscere

Condividi
maca

Originaria del Perù, la maca è una pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicaceae ed è conosciuta per le sue proprietà afrodisiache.

Il suo nome botanico è “Lepidium Meyenii” e si tratta di una pianta tuberosa perenne di cui esistono varietà con colori dal rosso al giallo.

Cresce in situazioni climatiche particolarmente estreme in cui sono presenti sbalzi termici, terreni rocciosi poveri d’acqua e in Sud America è molto preziosa.

È una fonte di vitamine quali quelle del gruppo B, E e C ed è ricca di ferro, iodio, calcio e zinco.

La maca peruviana: i benefici per il nostro organismo

In Italia non è molto conosciuta e infatti difficilmente si trovano informazioni su questa pianta, forse perché i suoi benefici tutti al naturale potrebbero ledere gli interessi di qualcuno.

È rinvigorente, quindi in grado di contrastare la stanchezza e lo stress sia fisico che mentale, migliorando le prestazioni di studio e lavoro.

È anabolizzante in quanto ricca di amminoacidi, perciò ideale per gli sportivi che vogliono migliorare le proprie prestazioni e aumentare la massa muscolare.

Ha proprietà benefiche in caso di anemia perché aumenta i livelli di emoglobina ed è un micidiale antiossidante in grado di contrastare l’invecchiamento.

La medicina popolare peruviana usa la maca principalmente per migliorare la funzione sessuale sia negli uomini che nelle donne.

Non a caso è conosciuta come il viagra peruviano, in quanto agisce come afrodisiaco, aumenta la fertilità e aiuta laddove ci siano disfunzioni sessuali.

Le donne ne trovano beneficio sia in caso di sterilità che per rendere regolare il ciclo, riducendo i sintomi premestruali e i dolori.

Ti potrebbe anche interessare: “Erbe in cucina: Marzo è il mese giusto per raccogliere le più tenere”

Negli uomini aumenta la quantità di liquido seminale, migliorando la motilità degli spermatozoi e contrastando, quindi l’infertilità.

Oltretutto è possibile consumarla in tanti modi differenti, ad esempio in estratti fluidi, in capsule o in polvere che può essere aggiunta a yogurt o latte.

Tuttavia in Italia sentir parlare di maca è davvero raro, tant’è che per trovarla bisogna rivolgersi in maniera specifica a erboristerie o farmacie.

Si tratta di un aiuto o rimedio naturale di grande efficacia, ma in Italia, purtroppo, viene preferito usare prodotti chimici e industriali.

Seguimi

Lorenzo Simonini

Nato a Maggio del 1988, vive in Versilia. Dopo il diploma scientifico prosegue gli studi all’Università “La Sapienza” di Roma e all’Università di Pisa, ottenendo la Laurea in Scienze dello Spettacolo e Produzione Multimediale. Appassionato di Cinema e Fotografia, lavora come autore di testi, regista, fotografo e insegnante, oltre a collaborare come giornalista. Dal 2014 porta avanti con le proprie forze una ricerca sul Cinema amatoriale a Passo Ridotto. Collabora, inoltre, con la "K-Antares" ONLUS, un'associazione che si occupa di educare a livello musicale ragazzi affetti da Sindrome di Down, Spettro Autistico e disturbi generalizzati dello sviluppo.
E-mail: lorenzosimonini@rocketmail.com
Lorenzo Simonini
Seguimi