Digita per cercare

Sport e Giochi

Mercedes storica, disfatta Milan e un super Fulsgang

Condividi
mercedes
loading...

Termina un fine settimana all’insegna dello sport: dal calcio alla Formula 1 sono innumerevoli le emozioni, una su tutte la quarta doppietta Mercedes.

Si apre il fine settimana sportivo con 3 partite di serie A: il Bologna vince 3 a 1 con l’Empoli, la Roma 3 a 0 con il Cagliari e Juventus-Inter finisce 1 a 1.

Nelle qualifiche del GP di formula 1 il colpo di scena più grande arriva dal giovane Leclerc che si schianta sul muro con la Ferrari.

Oggi si è svolta in Belgio una delle gare più importanti della stagione ciclistica: la Liegi-Bastogne-Liegi.

4 doppietta in 4 gare, è record per la Mercedes

A Baku capitale dell’Azerbaigian si corre il Gran Premio di Formula 1, le due Mercedes in prima fila, terzo Vettel mentre Leclerc parte dalla quarta fila.

Il giovane Leclerc dà la sensazione di essere davvero veloce: a fine gara infatti il giro più veloce sarà suo.

Un rimpianto in più per la Ferrari che piazza Vettel sul podio dietro a Hamilton e a Bottas che vince il suo quinto gran premio in carriera.

Nonostante la velocità di Leclerc le due Mercedes sono nettamente più forti e hanno in pugno la gara.

Le frecce d’argento scrivono una pagina di storia dell’automobilismo, nessuna scuderia prima di oggi aveva messo a segno 4 doppiette nelle prime 4 gare.

Non solo macchine ma anche biciclette: in Belgio si corre infatti la “Decana” delle classiche, una corsa storica, la Liegi-Bastogne-Liegi.

Il danese Fulsgang porta a casa la vittoria staccando Nibali e Alaphilippe, gli altri due favoriti.

Sul podio insieme a lui segnaliamo la grande prova dell’italiano Formolo arrivato secondo.

Serie A: il Milan saluta la Champions?

Si gioca anche la giornata di serie A che si apre con la vittoria del Napoli a Frosinone per 2 a 0.

Da sottolineare la vittoria della Lazio a Genova con la Sampdoria, 3 punti che tengono in corsa il biancocelesti per il quarto posto.

Poco emozionanti i pareggi tra Spal e Genoa per 1 a 1 e Chievo e Parma che termina con lo stesso risultato.

Un Torino solido schiaccia il Milan e lo batte meritatamente per 2 a 0 in una serata in cui i tifosi granata hanno ricordato anche la tragedia di Superga.

Il Milan di Gattuso invece era chiamato a una prova convincente dopo la bruttissima sconfitta in coppa Italia con la Lazio.

I rossoneri sono allo sbando più completo molto probabilmente a causa alle scelte tecniche di Gattuso.

Senza grinta, senza gioco, senza idee e senza motivazioni, hanno racimolato solo 5 punti nelle ultime 7 partite.

Dall’altra parte un Toro determinato e concentrato ha schiacciato il Milan meritando ampiamente la vittoria.

Ora la classifica vede il Milan fuori dalle coppe europee e un futuro sempre più complicato dato che il raggiungimento del quarto posto dipende dai risultati degli altri.

Per arrivare in Champions servirà correre davvero forte, sarà necessario prendere esempio dalle Mercedes per staccare gli avversari.