Digita per cercare

Politica

Mes, Paragone: “Tentativo di golpe a Parlamento chiuso e Paese bloccato”

Condividi
mes

Il giornalista Gianluigi Paragone si sfoga in un video e attacca il governo: “Gualtieri e Conte vogliono firmare il Mes, il fondo sfacia stati”.

“Lo dico chiaramente: è in corso un tentativo di golpe! A Parlamento chiuso e Paese bloccato, lunedì il ministro Gualtieri, su mandanto del presidente del Consiglio Conte, andrà all’eurogruppo per firmare il MES”.

Inizia con queste parole lo sfogo del giornalista e politico Gianluigi Paragone.

Il Mes, continua Paragone “non è un fondo salva stati ma sfascia stati ed espone i cittadini italiani ai ricatti della finanza. Ancora una volta rischiamo di essere sotto il giogo dei francesi e dei tedeschi: basta con questi soldi a prestito!”

MES, l’attacco di Paragone ai cinque stelle

Per il noto giornalista non bisogna assolutamente chiedere soldi a quelli che definisce “strozzini legalizzati”. Si tratterebbe di pura follia, soprattutto con un Paese bloccato e in piena emergenza, spiega Paragone.

“Il Parlamento non può lavorare come dovrebbe e Gualtieri vuole andare a firmare il MES? Certo, poi ci diranno che stanno facendo il fondo Coronavirus ma non è nulla di tutto questo, è sempre lo stesso meccanismo: soldi presi in prestito che dobbiamo restituire”.

E chi li dovrà restituire? Gli italiani, ovviamente. Poi l’attacco ai suoi ex “compagni” del Movimento cinque stelle: “Dovete inondare le caselle email dei parlamentari 5s”, chiede a chi lo ascolta.

Nel programma dei pentastellati, secondo quanto citato da Gianluigi, c’era scritto che si sarebbero opposti in ogni modo ai ricatti dei mercati e della finanza internazionale travestiti da riforme.

Per Pragaone stiamo facendo esattamente questo, ovvero subire i ricatti della finanza. “Basta esporre i cittadini italiani, basta con questi strozzini legalizzati!”

Il messaggio alle Istituzioni: “Conte e Gualtieri non potete mettere gli italiani sotto il ricatto di questi strozzini legalizzati”.

Dal momento che siamo bloccati in strada, il giornalista invita tutti a usare la rete – “come avrebbe voluto Casaleggio” – condividendo il video e scrivendo ai Parlamentari del Movimento cinque stelle. Foto: Facebook

A Parlamento chiuso e a Paese bloccato lunedì Il ministro Gualtieri, su mandato del Presidente del Consiglio, andrà in Europa per firmare la svendita dell’Italia. Fermiamoli! Scrivete NO MES e inondate le caselle di posta dei 5 stelle

A Parlamento chiuso e a Paese bloccato lunedì Il ministro Gualtieri, su mandato del Presidente del Consiglio, andrà in Europa per firmare la svendita dell’Italia. Fermiamoli!Scrivete NO MES e inondate le caselle di posta dei 5 stelle.

Posted by Gianluigi Paragone on Friday, March 20, 2020