Digita per cercare

Mondo

Il prete eroe che ha salvato la Corona di spine era pure al Bataclan

Condividi
notre-dame

Si chiama Jean-Marc Fournier ed è il cappellano dei Vigili del Fuoco di Parigi che ha salvato la Corona di spine dall’incendio di Notre-Dame.

L’incendio di Notre-Dame è stato uno “spettacolo” orribile e le immagini che abbiamo visto resteranno impresse nelle nostre menti.

Fortunatamente non ci sono stati né morti né vite da salvare ma gli eroi non sono mancati e sono sempre loro: i pompieri.

Ha fatto notizia padre Jean-Marc Fournier, il cappellano dei Vigili del Fuoco di Parigi. Suo infatti il salvataggio della Corona di spine e del Santissimo Sacramento.

Non so a voi, ma pensarlo in quello scenario apocalittico, mentre porta in salvo la Corona e il Santissimo Sacramento, fa un certo effetto. Chissà quanta emozione mista a paura ha pervaso l’anima del sacerdote.

E quando poi riesce a raggiungere le reliquie, provate a immaginare il cappellano tenerle strette tra le mani e portarle con cautela verso l’uscita… che scena meravigliosa.

Pare che la corona sia quella posta sulla testa di Gesù in croce, portata in Francia da Gerusalemme da re san Luigi IX. Insomma, non una reliquia di poco conto.

Ma padre Fournier non è un eroe di queste ultime ore. In Francia era già molto popolare per il tragico attentato al Bataclan in cui persero la vita 90 persone.

Era il 13 novembre 2015 e il cappellano dei pompieri entrò nel locale (rischiando di essere ucciso) per consolare coloro che erano sopravvissuti e dare l’estrema unzione a chi era morto.

Notre-Dame, salvo anche il gallo

Di solito facciamo fatica a immaginare un sacerdote muoversi in scenari come l’attentato del Bataclan o l’incedio di Notre-Dame ma con padre Fournier tutto diventa possibile.

Tornando al tragico incendio, proprio in queste ore è stato ritrovato il gallo con le reliquie che sovrastava la guglia crollata.

Si pensava che fosse andata perduta con tutte le sue antiche reliquie invece è stata ritrovata nel tardo pomeriggio di martedì. È leggermente ammaccato ma le condizioni fanno sperare in una possibile riparazione.

Il presidente della Federazione francese delle costruzioni, Jacques Chanut, ha mostrato uno scatto della statua in rame su Twitter.