Digita per cercare

Italia

Numana, video in spiaggia subito dopo il nubifragio: «Non c’è più un ca**o»

Condividi
numana

La spiaggia di Numana nelle Marche è stata completamente distrutta: allerta meteo in sei regioni italiane 

Spiagge e automobili devastate, alberi caduti e decine di feriti: questo il bilancio tra Marche e Abruzzo dopo il nubifragio di ieri.

Ingenti danni sono stati causati soprattutto nelle Marche, dove una fortissima tempesta di pioggia e vento non ha lasciato scampo all’intera regione.

Nel video che proponiamo a fine articolo, le immagini della spiaggia di Numana completamente devastata dal maltempo: sdraio, ombrelloni e oggetti di vario tipo sparsi ovunque.

Danni non di poco conto per i poveri proprietari degli stabilimenti balneari che dovranno rimediare quanto prima onde poter garantire il servizio ai turisti evitando ulteriori perdite.

Ma la tempesta che si è abbattuta ieri ha provocato anche decine di feriti. Nel Maceratese una persona è stata soccorsa dal 118 dopo essere stata colpita da un albero.

Ad Osimo, in provincia di Ancona, un uomo è morto di infarto durante il nubifragio. Si contano anche diversi incidenti stradali per allagamenti e forte vento.

Al momento, e secondo quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero, “risultano ancora disattivate 250 utenze, che dovrebbero venire ripristinate in mattinata”.

L’appello del Sindaco di Numana

“Numana affronta l’emergenza con determinazione ed è pronta ad accogliere i turisti”. Inizia così il post pubblicato dalla pagina Facebook dell’Amministrazione Comunale di Numana.

A scrivere è il Sindaco di Numana Gianluigi Tombolini: “La situazione è stata affrontata tempestivamente grazie al lavoro di tecnici, volontari e forze dell’ordine che hanno consentito di uscire dall’emergenza”. 

Nonostante i danni ingenti “la forza di volontà dei numanesi e il rispetto che abbiamo per i turisti ha fatto sì che Numana sia già pronta ad accoglierli e a regalare loro, come sempre, una splendida vacanza”.

Resta ancora l’allerta meteo per ben sei regioni italiane: Piemonte, Lombardia, la provincia autonoma di Trento, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Marche.