Digita per cercare

Italia

Ong, servizio esclusivo. Parla un migrante: «Gli scafisti lavorano con la…»

Condividi
ong e scafisti

Durante l’ultima puntata di Quarta Repubblica spunta un documento esclusivo che potrebbe dimostrare un legame tra ONG e scafisti.

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, ospite di Porro nella precedente puntata, aveva accennato a una serie di intercettazioni che proverebbero il legame tra Ong e scafisti.

Nelle prime immagini del documento andato in onda il 15 luglio, si vedono alcuni migranti sul gommone a largo della costa libica che sorridono e salutano mentre vengono filmati.

“È solo uno dei tanti video pubblicati nel gruppo Facebook privato gestito da un trafficante di esseri umani che, in questo modo, sponsorizza i suoi viaggi verso l’Italia”, commenta la giornalista.

Poi viene mostrata un’intervista a un ragazzo che dice di aver affrontato quel viaggio pubblicizzato dai trafficanti.

“Se vuoi andare in Italia – dichiara l’intervistato – devi fare un video in cui dici che il viaggio è andato bene. È così che invogliano le persone a partire”.

Poi racconta della sua esperienza e di aver “pagato più di 2000 euro. La mafia lavora con la polizia libica, danno i soldi per evitare che fermino le barche”.

E continua “quando siamo arrivati sulla spiaggia per salire sulla barca, le autorità libiche ci hanno visto ma i trafficanti ci hanno detto che non c’erano problemi, che li pagavano”.

Ong e scafisti: i viaggi di Lokman

Lokman Zwari, questo è il nome del trafficante che pubblicizza i suoi viaggi attraverso Facebook: amministra un gruppo segreto con oltre 14mila iscritti.

Quando la giornalista domanda al ragazzo se ha chiesto rassicurazioni sul viaggio lui risponde di sì: “mi ha detto di essere in contatto con molte navi di salvataggio”.

“Che tipo di navi?” – domanda la giornalista – “lavora con la Sea Watch – risponde – ci ha fatto vedere anche il loro numero di telefono”.

Al termine del servizio il giornalista chiama lo scafista e si finge interessato al viaggio. Quando chiede informazioni sulle navi di salvataggio, Lokman risponde: “Sono in contatto con loro, vi porto nella loro direzione, gli dico dove siete poi torno indietro”.

Ecco la testimonianza che rivela come ci siano contatti diretti tra gli scafisti e alcune ONG. L’accogliente sinistra immigrazionista non dice nulla?

Posted by Giorgia Meloni on Tuesday, July 16, 2019