Digita per cercare

Mondo

Torna in auto dopo 8 ore di lavoro e si accorge di aver lasciato 2 figli dentro

Condividi
gemelli in auto

Luna e Phoenix, questi i nomi dei due gemelli morti in auto a New York City il ventisei luglio.

Il padre, Juan Rodriguez, di 39 anni, ha dimenticato i suoi bambini in auto dopo aver iniziato il turno di lavoro intorno alle otto di mattina.

Quando ha terminato il turno erano le sedici del pomeriggio e si è trovato davanti a una scena raccapricciante: i suoi figli erano ancora in auto, morti.

Ha chiamato subito i soccorsi ma era consapevole che per i due gemelli non c’era più niente da fare: “avevano entrambi la schiuma alla bocca”, riporta fanpage.

Gemelli morti in auto: dovevano essere all’asilo

I due bambini dovevano essere portati all’asilo. “Pensavo di averli lasciati all’asilo prima di andare a lavorare”, questo è quanto avrebbe dichiarato Rodriguez ai poliziotti secondo il nypost.

Juan Rodriguez è padre di 5 figli ed è comprensibilmente devastato da questa tragedia. Davanti ai giudici si è dichiarato innocente ed è stata pagata una cauzione di 100.000$. Ora dovrà ripresentarsi in tribunale il primo agosto.

Ecco le parole della moglie riportate dal sito CBSNewYork: “Questo è il mio incubo peggiore in assoluto. Tutto ciò che faccio mi ricorda i miei dolci bambini”.

E ancora: “Amo mio marito è una brava persona e so che non avrebbe mai fatto nulla per ferire intenzionalmente i nostri figli. E’ stato un terribile incidente e io ora ho bisogno di lui al mio fianco”.

Anche per gli investigatori Juan si è reso conto della tragedia soltanto al termine del turno di lavoro. Sempre dal sito fanpage apprendiamo le parole dell’avvocato che, riferendosi al padre, parla di una persona “inconsolabile, fuori di sé dal dolore”.

Non abbiamo motivo di dubitare dell’innocenza del Juan, vi basti guardare il video dove, davanti ai giudici, il povero padre appare triste e disperato. È stata senza dubbio una disgrazia dalla quale sarà difficile riprendersi.