banner
HomeMondoOrsini previde la guerra in Ucraina e oggi: «Ne sta per scoppiare...

Orsini previde la guerra in Ucraina e oggi: «Ne sta per scoppiare un’altra»

Nonostante la censura da parte della prestigiosa Luiss, il professore Alessandro Orsini è tornato a dire la sua a Piazzapulita.

“Intanto devo fare delle premesse” ha detto. “Che parlo a titolo personale, non rappresento nessuno, che condanno l’invasione della Russia e che sono schierato dalla parte dell’Ucraina”. 

Poi ha aggiunto: “Penso che quando un professore universitario prima di parlare deve fare tutte queste premesse, non è un bel clima”. 

Il professore ha spiegato che il suo ragionamento non può essere capito se in Italia non passano alcune informazioni.

“La NATO ha fatto in Ucraina tre gigantesche esercitazioni militari con scenari di guerra in Ucraina. Ne ha fatta una nel 2021 che si chiama ‘brezza marina’ e che ha coinvolto 32 Paesi”.

Ma non solo. “Ha fatto un’altra gigantesca esercitazione militare nel luglio del 2021 che si chiama ‘tre spade’. Poi ha fatto un’altra gigantesca esercitazione militare nel settembre del 2021 che si chiama ‘tridente rapido'”.

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

Orsini ha ricordato che durante l’esercitazione nel settembre del 2021, Putin stava sparando su delle navi della Nato, avvisando che era meglio fermarsi per evitare di portare quella situazione a un punto di collasso. “Io mi domando – ha detto – la Vor der Leyen dov’era quando succedeva questo?”

Alessandro Orsini critica l’Unione Europea

Quindi ha riportato due avvenimenti storici accaduti in questi ultimi anni, dai quali dovremmo prendere esempio.

“Nel 2017 Trump e Kim Jong-un hanno iniziato a litigare. Trump ha detto «voglio invadere la Corea del nord». I suoi generali gli hanno detto «avremo un milione di morti, perché Kim Jong-un può sparare i missili sulla base americana di Guam e può sventrare la città di Seul»”.

Per evitare una strage, Trump decise di sedersi al tavolo con Kim Jong-un. L’incontro avvenne nel giugno del 2018 e i due divennero amici.

“Poi c’è stata la crisi nel Venezuela – ha continuato Orsini – e Trump ha detto «io voglio invadere il Venezuela»”.

Siccome gli fu detto che avrebbe scatenato una guerra, perché dietro il Venezuela c’erano la Turchia, la Russia e la Cina, Trump decise di non invadere nessuno.

Il professore ha posto una domanda. “Secondo voi è possibile affermare che l’Unione Europea sia un’organizzazione politicamente fallita?”

Le ragioni del quesito risiedono in alcune osservazioni. “Nasce l’Unione Europea per non fare la guerra in Europa, ora l’Unione Europea regala le armi agli ucraini”.

E ancora: “Dov’era la Commissione europea quando era chiarissimo che Putin avrebbe sfondato il fronte? Io ho fatto un’audizione in Senato il 4 dicembre 2018, e queste cose io le ho dette”.

Poi l’allarme sulla prossima guerra. “Se non capiamo questi passaggi fondamentali, non capiamo che sta per scoppiare un’altra guerra nella Georgia. Nel 2008 Putin ha fatto la stessa cosa che ha fatto nel 2014 in Ucraina. Ha creato due repubbliche indipendenti per proteggere il territorio nazionale, e noi, nel luglio del 2021, abbiamo fatto una gigantesca esercitazione militare della Nato nella Georgia”. Foto: La7