Digita per cercare

Italia

Pallaria costretto a dimettersi: «Non so cosa sia un respiratore»

Condividi
pallaria

“Ho preso atto delle dimissioni dell’ingegnere Domenico Pallaria in qualità di responsabile ad interim della Protezione Civile regionale e soggetto delegato per l’emergenza Covid”.

Sono le parole della governatrice della Regione Calabria, Jole Santelli, che dopo le dimissioni del responsabile della Protezione Civile ha attribuito l’interim al Dirigente Generale del dipartimento di riferimento, il dottor Fortunato Vanore.

Il dottor Vanore svolgerà questo compito fino all’espletamento della nomina del nuovo responsabile, attraverso procedura selettiva.

“Colgo l’occasione  – continua la governatrice – per ringraziare gli uomini e le donne della Protezione Civile, che con abnegazione e professionalità stanno lavorando da giorni, sempre all’altezza delle sfide che sono stati chiamati ad affrontare. Sono anzitutto loro il patrimonio di forza su cui la Calabria può contare, anche in questo difficile momento”.

Le dimissioni di Domenico Pallaria

Le dimissioni di Domenico Pallaria giungono dopo un servizio mandato in onda su Rai 3 dalla trasmissione Report, condotta dal giornalista Sigfrido Ranucci. Tra le tante risposte, durante l’intervista aveva anche detto di non sapere cosa fosse un ventilatore polmonare.

“Non mi sono mai interessato di attrezzature sanitarie, io mi occupo di altre cose. Se lei mi dice cosa è un ventilatore polmonare io non glielo saprei nemmeno dire”.

Le dichiarazioni sono state riportate anche alla governatrice Santelli che ha risposto di non avere pensato a qualche alternativa su chi dovesse occuparsi dell’emergenza.

“Chi avrei dovuto nominare? Chi è il responsabile oggi della Protezione civile e chi è responsabile oggi del dipartimento Salute”.

A richiedere le dimissioni di Pallaria, delegato lo scorso 5 marzo dalla neo governatrice, sono stati numerosi esponenti della politica e dei sindacati.

“Ho rimesso il mio incarico di responsabile ad interim della Protezione civile nelle mani della presidente” ha dichiarato l’ex capo della Protezione Civile calabrese durante un’intervista rilasciata alla trasmissione televisiva “Articolo21”, in onda su un’emittente calabrese. Foto: Facebook

Il capo della Protezione civile calabrese dopo l'inchiesta di Report: "Ho rimesso il mio incarico"

"Ho rimesso il mio incarico di responsabile ad interim della Protezione civile nelle mani della presidente". Dopo la nostra inchiesta, il capo della Protezione Civile regionale calabrese delegato lo scorso 5 marzo dalla neogovernatrice, Jole Santelli, alla gestione dell'emergenza, avrebbe deciso di dimettersi. Lo ha dichiarato lo stesso Pallaria ai microfoni della trasmissione televisiva "Articolo21", in onda su un'emittente calabrese. La dimissioni di Pallaria erano state richieste in queste ore da numerosi esponenti della politica e dei sindacati, dopo che, nel corso della trasmissione "Report" in merito all'emergenza coronavirus, aveva detto di non sapere cos'è un ventilatore polmonare. La Presidente della Regione Calabria dovrà ora scegliere se accettare le dimissioni e intanto l'emergenza in Calabria rimane.Report è entrata in possesso di una nota riservata del Ministero della Salute in cui, già il 31 gennaio, il Ministero della Salute metteva nero su bianco che la Calabria era la Regione con "maggiori difficoltà di gestione dell'emergenza epidemiologica", non essendo dotata di strutture specifiche e che sarebbe stato opportuno "individuare una figura specificatamente incaricata di sovrintendere la situazione". Per motivare la nomina di Pallaria a questo ruolo, la presidente Santelli al microfono di Report aveva spiegato: "Insomma chi dovevo nominare? Chi è il responsabile oggi della Protezione Civile e chi è responsabile oggi del Dipartimento Salute".

Posted by Report on Tuesday, March 31, 2020