banner
HomeItaliaPapà di un 17enne maledice il giorno che gli ha fatto fare...

Papà di un 17enne maledice il giorno che gli ha fatto fare la seconda dose

“La terapia intensiva mio figlio l’ha conosciuta per il vaccino”. A pronunciare queste parole è il padre di un ragazzo di 18 anni, finito in terapia intensiva con una diagnosi di pericardite acuta, 5 giorni dopo aver assunto la seconda dose del vaccino Pfizer.

“A luglio scorso – ha raccontato a Playmastermovie – quando ancora era diciassettenne e dopo 5 giorni dalla seconda dose del vaccino Pfizer, ha iniziato ad accusare dolori al petto e difficoltà respiratorie”.

La diagnosi è stata pericardite acuta, presumibilmente correlata al vaccino Pfizer. Questo è quello che hanno scritto i medici sul referto. Il ragazzo è stato ricoverato per tre giorni in terapia intensiva all’Ospedale Niguarda di Milano.

“La nostra esperienza al Niguarda ci ha fatto rendere conto che non eravamo un caso isolato, che non eravamo stati sfortunati. Abbiamo avuto l’impressione che mio figlio non fosse stato l’unico”. Per vedere l’intervista clicca qui.