Digita per cercare

Mondo

Partorisce nel bagno McDonald’s, getta il bimbo nel wc e si giustifica così

Condividi
partorisce in bagno

Sarah Lockner, 27 anni, partorisce nel bagno del fast food dove lavorava e poi getta il neonato nel water; negli ultimi giorni è arrivata la sentenza choc.

La californiana di Redwook City, durante il suo turno da cassiera, ha iniziato ad accusare dei forti dolori allo stomaco ed è corsa al bagno.

Non vedendo tornare Sarah, un collega si è recato in bagno per controllare se andasse tutto bene ma al suo arrivo ha visto una grande quantità di sangue che la donna ha giustificato con un ciclo abbondante.

L’uomo allora ha mandato una collega pensando si sentisse più a suo agio ma al suo arrivo si è trovata davanti uno spettacolo raccapricciante.

Partorisce nel bagno del McDonald’s

Il sangue non era dovuto al ciclo come aveva detto all’altro collega: la donna aveva appena partorito nel bagno del fast food dove lavorava.

La collega, sopraggiunta perché preoccupata dalla lunga assenza di Sarah, l’ha trovata con in mano il bambino con la faccia nel water.

Sarah ha pregato di non avvisare le forze dell’ordine, ma la collega non ha perso tempo e ha avvisato subito i soccorsi nel tentativo disperato di salvare il piccolo.

Il neonato dopo un lungo periodo in ospedale è riuscito a riprendersi e oggi è vivo grazie alla collega della madre che è intervenuta.

Ti potrebbe interessare anche: Chiama la polizia perché il marito la picchia e invece lei ha ucciso la figlia

La cosa bizzarra è che Sarah afferma che non sapeva di essere incinta e neppure i suoi familiari e il suo fidanzato avevano notato niente.

Questo episodio non è stato l’unico perché, a quanto pare, la donna già 5 anni prima aveva partorito a casa un bambino e anche in quel caso dichiarò di non sapere di essere incinta.

Negli scorsi giorni è giunta la sentenza per la donna che inizialmente era accusata di tentato omicidio. La scelta dei giudici lascia un po’ perplessi.

Infatti da come riporta la stampa locale la donna non farà nemmeno un giorno di carcere, ma solo 4 anni di libertà vigilata. Non è ancora chiaro inoltre chi abbia in custodia i suoi due figli.