Digita per cercare

Diritto

Pasquale Bacco segnalato all’Ordine dei Medici ma parte la denuncia

Condividi
pasquale bacco

Un’associazione ha denunciato il medico e ricercatore Pasquale Bacco all’Ordine dei Medici di Salerno. Lui si difende: «Accuse false e infondate».

L’Eretico si è distinto nell’ultimo periodo per le azioni concrete e l’impegno nella ricerca della verità sull’emergenza Covid. Proprio una di queste iniziative ha portato a una segnalazione contro uno dei fondatori, Pasquale Bacco.

Una sorte simile era capitata al dottor Manera, “colpevole” di aver divulgato informazioni fondamentali che potevano rivelarsi utili ad altri medici a inizio emergenza, quando ancora si brancolava nel buio.

Come si può leggere in un comunicato de L’Eretico: «Il dott. Arnaldo Capozzi, presidente dell’Associazione “Medici che si difendono”, ha inviato una lettera all’Ordine dei medici di Salerno contro il dottor Pasquale Bacco».

Il motivo delle accuse contro Pasquale Bacco

Arnaldo Capozzi è un medico che si occupa di medicina difensiva, cioè la pratica col quale un medico si difende da eventuali cause intentate per le cure prestate.

La motivazione della lettera di denuncia sembrerebbe riferita a un comunicato stampa de L’Eretico in cui l’associazione invitata i parenti dei deceduti a presentare denuncia alle Procure.

«Dietro le circa 35mila morti per Covid-19 c’è stata la tromboembolia polmonare. Sbagliata la diagnosi, sbagliata la cura. Il Comitato legale dell’Associazione ha elaborato un modello di denuncia con cui i parenti dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva, poi deceduti, possono presentare un esposto alle Procure di competenza per chiedere che sia disposta l’indagine sui corpi dei loro cari e accertare la vera causa di morte». Da qui sembra nascere il malinteso.

Il dottor Capozzi ha segnalato il dottor Pasquale Bacco di aver aizzato i parenti delle vittime contro i colleghi medici. Ma L’Eretico e il dottor Bacco hanno risposto: «L’accusa è falsa, infondata e strumentale».

Infatti, nei loro innumerevoli interventi pubblici, ma anche nelle stesse comunicazioni inviate alle autorità competenti, hanno sempre difeso i medici e il loro operato, rimandando le responsabilità alle istituzioni.

«Erano eroi e non responsabili ma anzi essi stessi vittime e potenziale capro espiatorio» hanno scritto nel loro post e la conferma arriva anche dai vari documenti che sono a nostra disposizione.

L’associazione L’Eretico e il dottor Bacco hanno dato mandato per effettuare una denuncia per la propria tutela in tutte le sedi, anche sotto il profilo risarcitorio. Foto: YouTube