Digita per cercare

Scienza e Ambiente

Ecco perché le zanzare pungono solo alcuni. E ci riconoscono da 164 metri

Condividi
zanzare

Finalmente il caldo tanto agognato è arrivato, ma purtroppo non da solo. Sono tornate anche loro, l’incubo di ogni estate: le zanzare.

Molte volte abbiamo l’impressione che le zanzare pungano più noi che le altre persone che ci sono vicine e molto probabilmente è proprio così.

Le zanzare infatti, oltre a essere insetti incredibilmente fastidiosi, hanno degli ottimi gusti in termini di sangue e scelgono le loro prede in base all’odore che emaniamo.

Non scelgono a caso il loro bersaglio e ci sono almeno 8 motivazioni possibili che spiegano perché la scelta siamo proprio noi.

Perché le zanzare scelgono noi?

1- Sudore e flora di microbi della pelle. È uno dei parametri fondamentali nella scelta dell’obiettivo delle zanzare. La responsabilità dell’odore emanato va ricercata nei batteri della pelle. Il sudore è inodore per il nostro olfatto ma, a causa della presenza dei batteri, i composti non volatili sono trasformati in composti volatili con odori caratteristici.

2- Anidride carbonica. La zanzara è attratta dall’anidride carbonica che espiriamo. È in grado di rilevarla fino a una distanza di 164 metri. Tra le persone più bersagliate a causa di questo parametro troviamo le donne incinte e le persone sovrappeso, che producono più anidride carbonica delle altre persone.

3- Gruppo sanguigno. Chi ha gruppo sanguigno 0 (positivo o negativo) si dovrà rassegnare a essere punto maggiormente dalle zanzare rispetto a chi appartiene al gruppo A o B. Uno studio in merito lo spiega anche se il numero di casi osservato è molto piccolo e quindi il dato va considerato con cautela. La parte interessante dello studio è che ha evidenziato che non tutti emanano le sostanze che permettono alle zanzare di riconoscere il gruppo sanguigno.

4- Temperatura corporea. Una temperatura corporea alta aumenta il rischio di essere punti e per questo durante una sessione di allenamento è molto probabile diventare un banchetto per questi insetti.

5- Acido lattico. Le zanzare sono attratte da questa sostanza e per questo, come già detto precedentemente, pungono corpi sottoposti ad allenamento fisico.

6- Acolici. Chi consuma abitualmente alcolici è un bersaglio per le zanzare. La motivazione potrebbe essere l’odore di acetone, etanolo e metanolo secreto nella sudorazione, ma ancora non è chiaro perché.

7- Dna. A quanto pare non abbiamo scampo: secondo uno studio nel nostro codice genetico c’è un vero e proprio richiamo per le zanzare.