Digita per cercare

Italia

Pizzaiolo multato, mascherina indossata in modo scorretto: 1.000 € – Video

Condividi
pizzaiolo multato

Ad Angri, in provincia di Salerno, un pizzaiolo è stato multato di mille euro per non aver indossato la mascherina correttamente. 

“Questa è l’Italia, questo è il futuro per i nostri figli. Il Paese dove chi ci governa guadagna e ruba milioni e milioni di euro”.

Sono le parole di Simone Pappadia, un pizzaiolo napoletano multato perché, in un momento di pausa, non indossava la mascherina fin sopra il naso.

Stasera ho subito 1000 euro di multa più la chiusura del locale – scrive – solo perché in un momento di pausa avevo un pizzico di naso fuori, vicino a un forno a 500 gradi”.

Pizzaiolo multato: “Siamo il Paese dei pagliacci”

Simone lavora in una pizzeria di Angri, Pòes, in provincia di Salerno. Ha pubblicato anche un video dove si vedono i carabinieri mentre gli fanno la multa.

“Sono un padre di famiglia – commenta Simone – e faccio chilometri e sacrifici per dare da mangiare a mia figlia, facciamo sacrifici enormi per portare la giornata a casa sempre onestamente lavorando dalla mattina alla sera”.

Lo abbiamo contattato e lui ci ha confermato la sua versione. “Mi ero fermato due minuti su uno sgabello poco distante dal forno, avevo la punta del naso fuori dalla mascherina. In quel momento sono entrate le forze dell’ordine e mi hanno multato di 1000 euro”.

Simone ci ha raccontato che il locale è stato anche chiuso per due giorni nel fine settimana. “Colpire i più deboli perché esiste un virus che solo loro sanno che esiste” scrive Simone. “Siamo il Paese dei pagliacci, non credete a nulla perché resteremo sempre il Paese dei corrotti e degli illusi”.

Sono diverse le attività che in Regione Campania hanno dovuto pagare una sanzione di 1000 euro, come previsto dalla nuova ordinanza voluta dal governatore Vincenzo De Luca, che Simone definisce uno “sceriffo”.

De Luca ha chiesto alle forze dell’ordine e alle polizie municipali di fare controlli e verificare che nei luoghi al chiuso, compresi i locali pubblici come le pizzerie, i cittadini indossino la mascherina.

Nel caso di Simone, se confermata la sua versione, si tratterebbe evidentemente di un eccesso. Molte le persone che hanno voluto lasciare un messaggio di solidarietà al pizzaiolo. Il video ha superato le 25mila condivisioni. Foto: YouTube