sfero banner
HomeItaliaPolizia porta cibo ai manifestanti commossi di Genova: "Tenete duro" Video

Polizia porta cibo ai manifestanti commossi di Genova: “Tenete duro” Video

In un clima di forte contrapposizione tra lavoratori e Forze dell’Ordine, finalmente un gesto distensivo da parte della Polizia. 

Nella giornata di ieri migliaia di cittadini sono stati sgomberati dal porto di Trieste. Non erano teppisti o criminali ma semplici lavoratori. Al loro fianco tanti cittadini italiani giunti da ogni parte della nazione per dimostrare la loro solidarietà.

Una manifestazione che ha visto la partecipazione di anziani, donne e giovani studenti. Tutti uniti in una protesta assolutamente pacifica.

Il loro comportamento mite, però, non è bastato a far desistere le Forze dell’Ordine dallo sgombero, che è avvenuto nel peggiore dei modi, tra lacrimogeni, idranti e manganellate.

Polizia al fianco dei manifestanti

Scene vergognose che ci hanno riportato alla memoria le inutili cariche alla manifestazione avvenuta lo scorso 9 ottobre a Roma, mentre nulla era stato fatto per evitare l’assalto alla CGIL.

Per molti cittadini italiani, che hanno sempre rispettato e stimato le Forze dell’Ordine, il giudizio nei confronti dell’arma sta diventando sempre più negativo.

Questa mattina però, a Genova, è accaduto un episodio degno di essere raccontato. In un video che circola in rete si vedono due poliziotti portare la focaccia ai manifestanti no Green Pass al varco Etiopia, uno degli ingressi del porto di Genova.

Applausi, strette di mano e abbracci. “La polizia è venuta a portarci la focaccia e i dolci e ci ha detto «tenete duro»” si sente dire a chi sta riprendendo la scena.

Chissà se si tratta di un gesto a titolo personale oppure, come auspichiamo, voluto da ordini superiori. In ogni caso ci sembrava giusto riportare questa notizia, che speriamo possa essere un primo passo verso un clima più distensivo.

Tra l’altro ricordiamo che proprio tra uomini e donne in divisa – carabinieri, poliziotti, agenti della Penitenziaria, Fiamme gialle, militari dell’Esercito, dell’Aeronautica e della Marina – ce ne sono 100 mila non vaccinati. O almeno questi erano i dati riportati da Repubblica il 2 ottobre.