Digita per cercare

Scienza e Ambiente

In quarantena obbligatoria cambia la raccolta differenziata: guida sui rifiuti

Condividi
rifiuti

Anche i rifiuti domestici hanno bisogno di un trattamento particolare in questo momento di emergenza: ecco la guida dell’Istituto Superiore della Sanità.

Da quando è entrato in vigore il decreto “Io resto a casa”, sono molte le indicazioni e i consigli che si possono trovare sul sito del ministero o dell’ISS.

Si parla di temi come la prevenzione e di come attuare le norme igieniche nel migliore dei modi.

Ci sono comportamenti che in questo momento è consigliato seguire con una maggiore attenzione e tra questi troviamo la gestione dei rifiuti di casa.

Come raccogliere e gettare i rifiuti domestici

L’Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato un poster sul suo sito in cui spiega come comportarsi in caso di positività al virus e di quarantena o in assenza di sintomi.

Se sei POSITIVO o in quarantena obbligatoria. Per prima cosa non è più necessario effettuare la raccolta differenziata come da abitudine.

Utilizzate due o tre sacchetti, possibilmente resistenti (uno dentro l’altro), all’interno del contenitore dedicato ai rifiuti per la raccolta indifferenziata, meglio se a pedale.

Tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo e indifferenziata) devono essere gettati nello stesso contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata. Anche i fazzoletti o i rotoli di carta, le mascherine, i guanti, e i teli monouso.

Indossate guanti monouso e chiudete bene i sacchetti, senza schiacciarli con le mani. Chiudeteli coi lacci o col nastro adesivo.

Una volta chiusi i sacchetti, gettate i guanti usati nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata (sempre due o tre sacchetti uno dentro l’altro). Subito dopo lavate le mani.

Fate smaltire i rifiuti ogni giorno come fareste con un sacchetto di indifferenziata. Inoltre gli animali da compagnia non devono accedere nel locale in cui sono presenti i sacchetti di rifiuti.

Se NON sei positivo al tampone e NON sei in quarantena. In questo caso potete continuare con la normale raccolta differenziata.

Se siete raffreddati usate fazzoletti di carta e gettateli nel contenitore dedicato ai rifiuti indifferenziati. Stessa cosa vale per mascherine e guanti monouso.

Unica avvertenza è quella di usare due o tre sacchetti, possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) per l’indifferenziata. Chiudi bene il sacchetto e smaltisci i rifiuti come da abitudine.